Hotel Domani

Anno da record per il London City Airport che punta all’espansione

Declan Collier, CEO del London City Airport

L’aeroporto londinese ha chiuso l’anno più fortunato di sempre raggiungendo quasi 3,4 milioni di passeggeri nel 2013, il 12% in più rispetto al 2012 e la cifra più alta da quando l’aeroporto ha aperto i battenti nel 1987. L’apertura di nuove rotte, l’aumento delle frequenze dei voli e l’incremento costante della domanda hanno contributo all’ottimo risultato raggiunto.
È l’unico aeroporto situato all’interno della città, collegato al centro tramite la linea di metropolitana leggera Docklands Light Railway e la London Underground. Offre tempi di transito ultrarapidi: 20 minuti dal check-in al gate, 10 minuti dalla pista di atterraggio alla metropolitana. Dieci le compagnie aeree operative che servono 47 destinazioni incluse Roma, Milano, Firenze e Venezia.

“Ottenere una crescita significativa in un mercato relativamente piatto è un ottimo risultato e dimostra quanto valore i viaggiatori attribuiscano alla comodità della posizione e alla velocità del check in e dei controlli del nostro aeroporto” ha dichiarato Declan Collier, CEO del London City Airport. “Riteniamo che il nostro piano di sviluppo e la previsione di ‘capacity crunch’ degli aeroporti britannici ci offrirà ulteriori opportunità di crescita”.
“Il London City Airport può dare un contributo immediato alla soluzione del problema della capacità assorbendo il traffico a corto raggio. Il 15% dei voli serviti da Heathrow sono per esempio di corto raggio, mentre ben il 64% dei passeggeri non ha coincidenze da prendere. Parte di questi volumi potrebbe essere gestita con successo dal London City” ha aggiunto Collier. “Nel medio termine, la nostra proposta di sviluppo prevede un potenziamento dell’attuale infrastruttura al fine di poter raggiungere la soglia consentita di 120 mila movimenti all’anno (dai 70.000 del 2013) e 6 milioni di passeggeri entro il 2023 – assorbendo il 10% circa della crescita di passeggeri stimata nel sistema aeroportuale londinese entro i prossimi 10 anni. Tutto questo, insieme al rinnovato impegno del nostro partner British Airways, contribuirà a rendere molto stimolante il nostro 2014 e gli anni a venire” ha concluso il CEO.

British Airways ha annunciato che nel 2014 introdurrà 3 nuovi aerei Embraer 190 e aggiungerà 2 nuove rotte. Il piano di sviluppo dell’aeroporto potenzierà l’infrastruttura esistente al fine di ospitare 120mila movimenti all’anno e aerei di nuova generazione. Il piano prevede, in particolare, l’espansione del terminal esistente, un nuovo terminal separato per gli arrivi, sette nuovi spazi per la sosta degli aerei la realizzazione di una corsia per i taxi parallela alla pista per sfruttare al massimo la capacità dell’aeroporto durante le ore di picco.