Boscolo passa al Fondo USA Varde

Dopo una lunga trattativa gli alberghi del gruppo Boscolo sono stati acquisiti dal fondo americano Varde che ha rilevato il credito di 310 milioni di euro maturato da un consorzio di 13 banche nei confronti della catena (tra le quali Unicredit, Banco Popolare, Mps e Bnl-Bnp). La famiglia Boscolo è esclusa dalla gestione. L’investitore finanziario internazionale ha acquisito l’intero portafoglio di strutture ricettive, sia quelle di proprietà, sia quelle in affitto facenti capo al brand Boscolo. In totale si tratta di una decina di alberghi per complessive 5000 camere, tra cui spiccano l’Exedra di Roma, l’Exedra di Milano, il Dei Dogi Venezia e l’Astoria di Firenze e alcune proprietà all’estero, come il Carlo IV di Praga e il Plaza e il Bellini di Nizza. Estranee all’acquisizione risultano due strutture ricettive a Nizza, che rimangono alla famiglia Boscolo.

Nel 1978 i fratelli Boscolo con il padre Bruno acquistano il primo albergo, il “Beau Rivage”, poi ribattezzato “Airone”, sul litorale di Sottomarina di Chioggia (Ve). Nel 1980 nasce Boscolo Tours, agenzia di viaggi voluta da Giorgio Boscolo, che poi diventa tour operator. A partire dalla metà degli anni ’80 i Boscolo si concentrano soprattutto sullo sviluppo dell’attività alberghiera, dando vita al marchio Boscolo Hotels. Nel 1993 viene acquisita la struttura che diventa l’Hotel Astoria di Firenze. Quattro anni dopo viene inaugurato a Venezia il Grand Hotel Dei Dogi. Nel 2000 il passaggio alla categoria delle cinque stelle di due palazzi storici: l’Exedra, il primo Boscolo Luxury Hotel a Roma, inaugurato nel 2002, e il Carlo IV a Praga, riaperto nel 2003 nel cuore elegante di Praga.

 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here