ImperialArt Hotel, Merano

Il segreto del successo

Alfred Strohmer, albergatore a Merano, nel giugno del 2010 ha inaugurato una piccola chicca ricettiva di categoria 4 stelle con 11 camere e un appartamento in uno stabile Liberty del 1899, nel centro della città di fronte al Kurhaus. Al piano terra l’Imperal Art Cafè, nato come Cafè Westminster nel 1923 e diventato Cafè Imperial negli anni Trenta, uno dei locali di tendenza della città. Le camere sono state progettate e realizzate da tre artisti meranesi. Che cosa è accaduto in questi anni?
Casa Moresc, Spiazzo, Trentino

Casa Moresc. La Grande Guerra fu combattuta qui

L’Adamello è stato uno dei principali teatri della Grande Guerra di cui celebriamo il primo secolo dell’intervento dell’Italia nel conflitto iniziato l’anno precedente. A Spiazzo un Museo della Grande Guerra rievoca quel dramma con reperti tratti direttamente dai ghiacciai della montagna. Da visitare. A Fisto, frazione di Spiazzo, lungo la Val Rendena, nel Trentino, tra l’Adamello e il Brenta, una antica costruzione del 1500 è stata trasformata in albergo con ristorante, Casa Moresc: 13 camere, ristorante Osteria al Vecchio Sarca, certificata Tipica Trattoria Trentina, sala riunioni, ampio parcheggio esterno. Roberto Quadrini e Roberta Salvaterra sono i due patron dell’albergo. Roberta è la regina della cucina
Direttore d'albergo

Roberto Necci. Da consulente a Direttore

Roberto Necci nel novembre 2014 è diventato General Manager del centralissimo Hotel Savoy di Roma dopo esserne stato il consulente durante un periodo di profonda ristrutturazione aziendale dello stesso. L’albergo, di categoria 4 stelle, propone 124 camere, ristorante al sesto piano, terrazza panoramica, 4 sale meeting. Romano, classe 1975, laurea ad Assisi presso il CST, Necci racconta il suo approccio professionale al settore alberghiero
Paolo Lorenzoni, General Manager The Gritti Palace, Venezia

Un Doge romano a Venezia

Intervista confessione del General Manager del Gritti Palace di Venezia, di recente nominato General Manager italiano dell’anno 2014 del Chapter nazionale dell’European Hotel Managers Association (EHMA), “un riconoscimento al suo prestigioso percorso nella dirigenza alberghiera e ai traguardi che ha saputo raggiungere grazie alle sue capacità di innovazione, nonché alla creatività e all'attenzione verso il territorio e le risorse umane” come recita la motivazione del premio