Il contributo del Club Alpino Italiano a tutela e sviluppo dei parchi italiani

Panorama da_Punta_Mesco___Archivio_Parco_Nazionale_5_Terre
Panorama da Punta Mesco (Archivio Parco Nazionale 5 Terre)

Martedì 19 novembre, alle 8,30, presso l’Auditorium dell’Acquario di Genova si terrà il convegno “Il Club alpino italiano e i Parchi”, che intende evidenziare le buone pratiche portate avanti grazie ai protocolli d’intesa siglati con il Parco nazionale dell’Arcipelago toscano e il Parco nazionale delle Cinque Terre dello scorso 1 giugno a La Spezia. Convenzioni che si sono aggiunte alle dieci sottoscritte in precedenza dal CAI con altrettanti Parchi nazionali.
Un impegno che ha come obiettivo il coinvolgimento nel dialogo di tutte le aree protette italiane e, con ognuna di esse, la promozione di un’azione integrata sul territorio per la tutela dell’ambiente e promuovere interventi sostenibili.
Introdurranno i lavori il componente del Comitato direttivo centrale del CAI Erminio Quartiani (in rappresentanza del Presidente generale Umberto Martini), Giancarlo Nardi (Comitato centrale CAI), Gianpiero Zunino (Presidente CAI Liguria), Renata Briano (Assessore all’Ambiente Regione Liguria) e Angelo Berlangieri (Assessore al Turismo, cultura, spettacolo Regione Liguria).

Il CAI da sempre si prodiga per la protezione dei Parchi e la tutela dell’ambiente montano” ha dichiarato il Presidente generale Umberto Martini. “In questo senso gli accordi siglati nei mesi passati sono fondamentali e rappresentano una pietra miliare, sulla cui base il CAI è deciso ad impegnarsi sempre di più per valorizzare le politiche di difesa del territorio in generale e di quello montano in particolare”“.

A Genova si partirà dall’ambito nazionale, con la prima sessione dedicata alla collaborazione CAI per i Parchi, evidenziandone valori e punti di forza nell’ottica del rapporto con i residenti, della frequentazione e dell’escursionismo. In programma gli interventi del Presidente Federparchi Giampiero Sammuri e del Past President Generale CAI Annibale Salsa. Verrà sottolineata l’importanza dell’armonizzazione della segnaletica, della lettura del territorio e della tematizzazione dei sentieri, come illustrerà il referente CAI in Federparchi Filippo Di Donato. Modera il presidente della Commissione centrale Tutela Ambiente Montano CAI Miranda Bacchiani.
Spazio poi al ruolo dei Parchi nelle politiche per l’ambiente, sessione nella quale si intende evidenziare le iniziative delle Aree protette nell’ambito della ricerca scientifica, nell’attenzione alla biodiversità e al patrimonio geologico. Modera il presidente del Comitato scientifico centrale CAI Mattia Sella.
Nel pomeriggio al centro dell’attenzione lo sviluppo sostenibile del territorio: l’obiettivo è indagare il ruolo che i Parchi possono ricoprire per la ripresa economica e sociale, evidenziando gli aspetti didattici, l’educazione ambientale e i servizi offerti a turisti e residenti. Si parlerà anche di politiche agricole e forestali e del rischio idorgeologico, tema che in Liguria ha particolare rilevanza. Modera Gaetano Schena, Dirigente Regione Liguria La giornata si concluderà con una Tavola rotonda (moderata dal giornalista Ferruccio Repetti) dove saranno presentate le buone pratiche e le esperienze portate avanti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here