Ristrutturazioni

Raffinato design e un pizzico di glamour in Alta Badia

Inaugurato nel lontano 1938, l’Hotel Col Alto di Corvara (BZ) è cresciuto negli anni diventando una location molto amata dai grandi appassionati di sci. Di recente alla direzione dell’albergo è arrivato il giovane della famiglia Pezzei, Stefano: si deve in parte anche a lui il grande rinnovamento in corso, che ha portato all’inaugurazione di nove nuove suite, al completo restyling della hall e del bar e all’apertura dell’Iceberg Lounge.

Le nuovissime otto suite Sassongher, oltre a offrire una vista mozzafiato sulle cime più famose delle Dolomiti, sono dei gioielli di design: progettate dall’architetto di Bressanone Gerhard Tauber, queste suite si distinguono per l’utilizzo di materiali locali (legno di cirmolo, granito, loden per i divani) e per le grandi sale da bagno, oasi di relax per rilassarsi dopo una giornata sugli sci.
La suite Panorama (90 mq) dispone invece di una scenografica vasca whirlpool sulla terrazza; l’interno ha un’atmosfera molto romantica, con tanto di caminetto in sasso. Il soffitto è realizzato con assi di legno recuperate dai vecchi fienili della valle, sapientemente “spazzolato” per creare un effetto alpine-chic.
Con le nuove suite il numero di camere dell’albergo è salito a 100, di cui 30 collocate nella vicina dependance Martagon (collegata al corpo centrale da un tunnel sotterraneo).

L’architetto Gerhard Tauber si è occupato anche del restyling della hall con camino in quarzite argentea della Val di Vizze. Tutt’intorno comodissimi divani in loden grigio e, a completare l’opera, una grande parete vetrata con vista sul Sassongher. Anche qui il soffitto è stato realizzato con legno di cirmolo recuperato e spazzolato, quindi illuminato con una serie di luci a led che creano un’atmosfera calda e intima. Il bancone del bar è un tavolone grezzo e ammaccato, ma di grande charme, composto con le assi del pavimento di un fienile. Proprio accanto al bar, a disposizione degli ospiti che vogliono fumare, c’è una cigar-lounge con una scelta di sigari, da abbinare anche a vari tipi di cioccolata, rum e liquori. Ma il tocco glamour è arrivato con l’apertura dell’Iceberg Lounge, diventata uno dei punti di ritrovo più gettonati della zona. Qui si bevono bollicine, e ce ne sono più di sessanta etichette: dagli spumanti locali ai classici del Trentino, passando per Franciacorta e Champagne. In inverno il locale apre alle 17, giusto in tempo per un po’ di après-ski, poi si passa all’aperitivo (immancabili gli stuzzichini a km zero, dallo Speck ai formaggi) per arrivare al dopo-cena, con una grande scelta di cocktail.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here