Turismo internazionale oltre le aspettative

Taleb Rifai, Segretario Generale UNWTO

Gli arrivi di turisti internazionali sono cresciuti del 5% nel 2013, raggiungendo la cifra record di 1,087 miliardi. Lo dichiara l’ultimo UNWTO World Tourism Barometer.
Nonostante le turbolenze dell’economia globale, i risultati del turismo internazionale sono migliori rispetto alle aspettative, con un incremento di 53 milioni di turisti internazionali che viaggiano nel mondo. Per il 2014 UNWTO prevede un ulteriore incremento dal 4 al 4,5%, in accordo con le previsioni di lungo termine.
La domanda del turismo internazionale è stata particolarmente robusta per le destinazioni in Asia e Pacifico (+6%), Africa (+6%) ed Europa (+5%). Le regioni pilota sono state l’Asia di Sudest (+10%), l’Europa centrale e orientale (+7%), l’Europa mediterranea del Sud (+6%) e l’Africa del Nord (+6%).

“Il 2013 è stato un anno eccellente per il turismo internazionale” ha dichiarato il Segretario Generale UNWTO, Taleb Rifai. “Il settore del turismo ha dimostrato una notevole capacità di adeguarsi ai cambiamenti delle situazioni di mercato, continuando a crescere e a creare lavoro in giro per il mondo nonostante le sfide proposte dalle situazioni economiche e geopolitiche. Infine, il turismo è stato tra i pochi settori che hanno generato indicatori positivi per molte economie”.

UNWTO prevede che gli arrivi internazionali cresceranno dal 4 al 4,5% nel 2014, ancora al di sopra delle previsioni di lungo termine che si aggiravano su un +3,8% all’anno tra il 2010 e il 2020. Il UNWTO Confidence Index, basato sulle risposte di più di 300 esperti da tutto il mondo, conferma queste previsioni con la prospettiva di un 2014 superiore rispetto agli anni precedenti.

“I risultati positivi del 2013, e l’aspettativa in un miglioramento dell’economia globale nel 2014, costituiscono i presupposti per un altro anno positivo per il turismo internazionale. Tenendo conto di questo scenario, UNWTO sollecita i governi nazionali a sviluppare strategie nazionali che supportino questo settore e a collocarsi in linea con una crescita sostenibile e responsabile”, ha aggiunto Mr Rifai.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here