Un laboratorio di cooperazione sulla regione Tiberina

Il 21 novembre a Roma si terrà un incontro, ospitato dalla Regione Lazio e co-organizzato dal Consorzio Tiberina, dal titolo “New economy: dalla tecnologia alla centralità dell’uomo” e sottotitolo “Un laboratorio di cooperazione sulla regione Tiberina, verso una rigenerazione dell’habitat e del lavoro in aree interne e città”.
L’interesse progettuale sarà rivolto all’intersezione fra Regione Lazio e regione Tiberina (il Bacino idrografico del Tevere, che interessa 6 Regioni d’Italia), vale a dire la macro-area omogenea centrale del Lazio stesso.
Due le sessioni di lavoro: una più specificamente istituzionale al mattino (per lo più con interventi programmati da Pubbliche Amministrazioni di diverso livello, ivi compresa Presidenza del Consiglio dei Ministri e Regione Lazio, oltre che varie Università e altri Soggetti), una più di carattere progettuale al pomeriggio.
Per dare enfasi alla centralità dell’uomo – rivolgendo tutte le considerazioni sullo sviluppo dei “distretti” produttivi caratteristici, di beni e servizi, ad una visione rivolta al benessere fisico, psichico e sociale -, sia la mattina che il pomeriggio vedranno protagonisti, come relatori o moderatori, personalità del mondo del lavoro di diversa estrazione: sindacale, accademica, imprenditoriale. Il fine è di costruire una “visione” condivisa da più attori sociali, coerente e unitaria pur se riferita a più aree d’interesse, da cui far discendere, attraverso la cooperazione, azioni mutuamente rafforzate e dagli effetti sinergici amplificati.
Nel pomeriggio è prevista una tavola rotonda no-stop su progetti/attività/iniziative orientati soprattutto allo sviluppo socio-economico dei territori, al lavoro, alla crescita delle PMI, al supporto agli Enti Locali, alla semplificazione amministrativa operativa, a un concetto allargato di cooperazione intersettoriale e interdisciplinare.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here