#Doccetteria Damast

Tecnologia e funzionalità green per una doccia effetto wow

Le creazioni Damast riscrivono il concetto di benessere con soluzioni innovative, eco ed easy install, mettendo al centro la filosofia del relax contemporaneo. Docce perfette per l’hotel che vuole sorprendere piacevolmente l’ospite

Cultura è una parola che ci arriva dal latino. Dal verbo coltivare, per la precisione. È quindi concetto che affonda le sue nobili radici in un gesto concreto, quello di prendersi cura, di attendere con dedizione a qualcosa che cresce nel tempo. Mission di Damast è proprio la volontà di portare una cultura compiuta anche in sala da bagno, promuovendola con le sue creazioni e rendendola ancor più contemporanea con il suo neologismo-manifesto #doccetteria. “È un mondo in cui ci riconosciamo da sempre ed è protagonista dell’ambiente bagno – osserva Concetta Mastrolia, amministratore delegato di Damast –. Vediamo la doccia come un momento particolare della giornata, che porta tranquillità e relax oltre ad igiene personale, grazie all’incontro con l’acqua in un ambiente funzionale e piacevole”.

Chronos e Melody

L’azienda novarese alimenta quotidianamente questi obiettivi con la passione per il proprio lavoro ed attraverso prodotti dal gusto e stile know how rigorosamente italiano, concepiti e realizzati con cura. E con tecnologie all’avanguardia – oltre a rendere l’ambiente bagno autenticamente contemporaneo – regalano ogni volta anche quel tocco di effetto wow che sa rendere esperienziale anche il gesto semplice e quotidiano di fare una doccia. È il caso di Chronos, pannello doccia in alluminio caratterizzato da un miscelatore che, smesse le vesti tradizionali di meccanico e termostatico, è diventato digitale e “visual”.

 

 

È infatti attraverso un dispositivo touch screen e un selettore circolare che Chronos rende possibile scegliere la tipologia di getto, e al tempo stesso regolare flusso e temperatura dell’acqua. Tutto comandato dal display Lcd che – nella scocca del pannello – presenta una serie di valvole elettromeccaniche che si aprono e chiudono in base alle richieste inviate dal touch. Il pannello è inoltre dotato di un timer per programmare e monitorare i minuti di durata della doccia: terminato il tempo programmato scatta lo spegnimento automatico.

E se il miscelatore hi-tech non bastasse, nella gamma di Damast c’è anche un soffione, a rendere la doccia ancor più esperienziale e “musicale”. È Melody, realizzato in ABS con finitura bianca/cromo e provvisto di morbidi ugelli anticalcare Easy Clean in silicone. Il soffione è in grado – grazie alla tecnologia Bluetooth – di riprodurre i file audio provenienti da smartphone, tablet o qualsiasi sorgente sonora disponibile nel raggio di azione del dispositivo. Una tecnologia per giunta sempre fruibile e non circoscritta ai confini del box doccia: lo speaker, totalmente impermeabile, può infatti essere facilmente rimosso dall’alloggiamento, non solo per essere ricaricato tramite innesto USB, ma per seguirci in ogni ambiente.

Tra cuore green ed easy install

Per restare nel campo dei soffioni, c’è poi un’altra creazione di Damast che sposa hi-tech e sostenibilità: è Relax, linea ultrasottile, promotrice di benessere, attenta al risparmio idrico e quindi “green”. In soli 2 mm di spessore, i modelli – in ben 11 varianti in versione tonda, quadrata e rettangolare – coniugano linee minimaliste all’utilizzo di valvole riduttrici di flusso, per contenere il dispendio d’acqua. “Prodotti green che seguono anche le tendenze del design – spiega l’azienda novarese –. Relax è proposto in acciaio inossidabile lucidato a specchio, materiale ecologico, sempre attuale e poliedrico per incontrare ogni esigenza e stile all’interno della sala da bagno”.

Altro asset che caratterizza le creazioni di Damast è l’easy install: i suoi prodotti permettono infatti di ristrutturare i bagni con impensabile semplicità. Un esempio per tutti è quello del pannello doccia Eos, che esprime appieno l’approccio di Damast alla ristrutturazione, semplificando l’intervento dello specialista ed evitando interventi murari. “Grazie alle sue dimensioni – rimarca l’azienda piemontese – di 4 cm di profondità per 20 di larghezza, è ideale nell’ambito della ristrutturazione con un duplice utilizzo: in sostituzione alla vasca, o come suo complemento. Se si decide di eliminare la vasca in favore di un box o di un walk-in, EOS può essere installato andando a coprire le prese d’acqua preesistenti senza dover intervenire sulla ceramica in maniera invasiva”.

La struttura di EOS è in acciaio inossidabile lucidata a specchio ed è completa di miscelatore meccanico e deviatore, incorporati nel pannello stesso. Propone 4 tipologie di getti d’acqua differenti: una pratica doccetta a mano monogetto con flessibile antitorsione; due serie composte da 90 ugelli in posizione frontale; un getto a pioggia ed un getto a cascata in punta.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here