Hotel Domani

Hotel alla “Ricarica dei 101” per diffondere la mobilità elettrica


Ricarica 101
è il nome del progetto lanciato da Repower per la diffusione di strumenti di ricarica veloce per veicoli elettrici. Obiettivo: raccogliere almeno 101 eccellenze italiane in un circuito che permetta di spostarsi per l’Italia al volante di un veicolo elettrico. In questo progetto, che in meno di tre mesi ha raccolto risultati importanti, hanno creduto in molti: ristoranti stellati, alberghi di fascia alta, porti turistici e tante altre strutture che hanno un posizionamento simile e condividono la stessa attenzione per la mobilità elettrica. La mappa delle adesioni rappresenta la diffusione della mobilità elettrica in Italia: il nord è quasi completamente coperto, il centro in larga parte mentre al sud e nelle isole c’è ancora molto da lavorare.

Ricarica 101 rappresenta una best practice senza precedenti nel panorama della mobilità elettrica, una soluzione innovativa che sostiene attivamente la diffusione di strumenti di ricarica facendo leva anche sulla visibilità offerta dalla presenza di tante eccellenze nazionali. La mobilità elettrica in questo modo diventa una leva per rafforzare il proprio business, offrendo un servizio distintivo e sinergico rispetto all’attività dell’azienda che aderisce.

Tutti i membri della Ricarica 101 avranno in dotazione una torretta di ricarica Palina Burrasca da 22kW di potenza, in grado di ricaricare velocemente fino a due veicoli elettrici in contemporanea (a due o quattro ruote). Palina è predisposta sia per ambienti chiusi sia per l’esterno, luoghi privati o pubblici.

Con la Ricarica dei 101 prende forma il primo circuito nazionale delle eccellenze italiane “, dichiara Fabio Bocchiola, Country Manager Repower Italia. “Si parla di aziende importanti e molto note tra cui spiccano le numerose strutture alberghiere di fascia alta, interessate a valorizzare la loro attenzione alla sostenibilità. È una bella conferma per un’idea, quella del circuito dedicato alla mobilità elettrica, che non ha precedenti e che rafforza l’impegno con cui Repower si muove, ormai da anni, in questo campo. Il modello del circuito è già una best practice a livello europeo e non escludo affatto che potremo proseguire su questa strada in futuro.”