Affitti brevi, in Manovra arrivano le regole: con più di quattro appartamenti si “diventa” aziende

È tutto pronto per il riassetto fiscale del settore delle locazioni brevi. Il tema, da lungo tempo oggetto di attenzioni da parte delle associazioni di categoria alberghiere, troverà infatti spazio nella prossima Manovra di Bilancio. Nella bozza del provvedimento si prevede che il regime fiscale delle locazioni brevi sarà riconosciuto solo in caso di destinazione alla locazione breve di non più di quattro appartamenti per ciascun periodo d’imposta. Negli altri casi, il regime imprenditoriale scatterà per presunzione di legge. Dal quinto immobile locato in regime “breve”, quindi, l’attività di locazione si presumerà svolta in forma imprenditoriale, con conseguente passaggio alla tassazione ordinaria IRPEF e con obbligo di dotarsi anche di partita IVA.

In sostanza, chi affitta 5 o più appartamenti dovrebbe rinunciare alla vantaggiosa possibilità di cedolare secca, anche se i contratti sono stipulati tramite agenti immobiliari o portali internet. Da questo punto di vista, è già arrivato il commento di Property Managers Italia, associazione del turismo residenziale che rappresenta un migliaio di aziende e più di 60.000 alloggi su unità immobiliari dislocate in tutta Italia. Il presidente Stefano Bettanin, nell’annunciare che PMI è in contatto con parlamentari di entrambe le Camere per apportare modifiche al provvedimento, spiega che “un proprietario che fa gestire in maniera professionale i suoi immobili da un property manager, e quindi da una società specializzata nella gestione degli immobili e che è già tassata con reddito da impresa, deve poter beneficiare della cedolare secca prevista sulla rendita fondiaria indipendentemente dal numero di immobili dati in gestione, siano questi immobili gestiti tramite locazioni brevi o tradizionali: non può essere costretto ad aprire una partita Iva o costituire una società, altrimenti si crea una disparità di trattamento ingiustificata“.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here