Zen, la doccia impossibile

Le soluzioni doccia di Megius puntano sul minimalismo e su dettagli tecnici inediti, requisiti che contribuiscono a rendere unico il bagno in albergo

Il box doccia Zen di MegiusEssenziale, unica, elegante, Zen”. È questo il payoff scelto dal gruppo Megius per descrivere al meglio in una sola frase la serie di box doccia che l’azienda padovana ha ideato con l’intento di rivoluzionare, a suo modo, il segmento.

Con Zen, Megius ha infatti immesso sul mercato una proposta ribattezzata come “la doccia impossibile”, proprio perché contraddistinta da caratteristiche tecniche che la rendono un prodotto con pochi profili minimal quasi impercettibili, dove vige l’imperativo “less is more”.

L’estetica è di sicuro impatto – spiega Megius raccontando Zen – lascia stupiti e attoniti, da togliere il fiato, rispondendo sicuramente all’esigenza espressa dall’utenza privata e dal mondo dell’hotellerie, quindi con Zen l’impossibile diventa possibile”.

Un box doccia dal profilo minimal chic

Il box doccia presenta un profilo superiore di scorrimento alto soltanto 17 mm, sensibilmente ridotto a fronte dei 40 di media delle docce tradizionali: grazie a questa soluzione, le cabine doccia Zen dispongono di un’altezza di entrata utile maggiore e molto vicina alla misura di altezza totale (200 cm).

La caratteristica del profilo a muro ridotto, sempre minimale, permette un’estensibilità di 1 cm, con possibilità di aumento di dimensione di un ulteriore centimetro, grazie a profili di compensazione, ed è presente sia nelle versioni battenti sia in quelle scorrevoli. Queste ultime funzionano grazie a cuscinetti himec, mai utilizzati in precedenza nel settore doccia ma già rivelatisi molto efficienti, rendendo i prodotti unici nel loro genere e dal forte appeal emozionale.

Una bella e lineare maniglia bacchetta o a ponte da 580 mm definisce ed esalta ancora di più la linearità e la verticalità del prodotto. Il box doccia propone finiture con profilo cromo brillante, alluminio spazzolato e nero, mentre per quanto riguarda il vetro sono a disposizione le finiture riflettente, trasparente, mosaic white e crom.

Come finiture vetri optional è possibile applicare il trattamento antipresa dell’acqua Protective e la tecnologia Tecnovetro, utile per il controllo della frammentazione. Diversi i modelli, ideati per rendere Zen performante per qualsiasi sfida all’interno del mondo contract: ad angolo scorrevole, con porta scorrevole, con porta battente o con angolo battente.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here