Germania, boom di prenotazioni per l’estero: raggiunti i livelli pre-Covid, ma l’Italia è solo sesta

Prenotazioni per l’estate a livelli pre-Covid, in Germania, ma con l’Italia lontana dal podio delle destinazioni più desiderate. Dopo una prima parte di primavera a dir poco tiepida, molti tedeschi stanno infatti procedendo in queste settimane al booking per le proprie vacanze, con la terza settimana di maggio che ha persino superato i livelli pre-coronavirus di maggio 2019.

A dirlo è un’analisi di Travel Data + Analysis (Tda), che spiega anche come circa un quarto delle prenotazioni per quest’estate si collochi nella fascia di prezzo superiore ai 175 euro a persona a notte.

A stabilire una classifica delle destinazioni più gettonate dai tedeschi è stata HolidayCheck, Ota con un portfolio di un centinaio di tour operator. Al 31 maggio ad imporsi è la Spagna, che si è assicurata il 26,3% delle prenotazioni estive. Piazza d’onore per la Grecia, con il 18,9%, poi la Turchia con il 18%. Fuori dal podio arriva l’Egitto con il 7,5%, mentre l’Italia è solo sesta, a 3,6%, sopravanzata anche dal turismo domestico (6,8%). Ancora più attardate l’Austria (3,5%) e gli Emirati (2,8%).

La classifica è naturalmente parziale, e non tiene conto dei turisti individuali, che costituiscono da sempre una quota non marginale degli arrivi in Italia dalla Germania.

HolidayCheck ha rilevato anche la preferenza sulle singole regioni: il Sud della Turchia si impone su Maiorca, Creta, Hurghada, Rodi, Fuerteventura, Gran Canaria, Kos e Dubai. Solo 16esimo il Veneto, unica regione italiana nella top 20. Va un po’ meglio quando si analizzano le ricerche di hotel e soggiorni effettuate online dai tedeschi: in questo caso l’Italia è quinta dietro Germania, Spagna, Grecia e Turchia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here