I leader del turismo del G20 si impegnano per una ripresa sostenibile

Sostenibilità e inclusione guideranno la ripresa e lo sviluppo futuro del turismo nei Paesi del G20. I rispettivi ministri del turismo hanno infatti accolto con favore l’attuazione del “Quadro AlUla” dell’Unwto (Organizzazione mondiale del turismo), presentato alla riunione ministeriale come strumento per garantire un settore più equo e inclusivo.

Il turismo è uno dei settori socioeconomici in più rapida crescita e più resilienti dei nostri tempi. Rappresenta il 7% del commercio globale. Genera milioni di posti di lavoro sia direttamente che indirettamente. Tuttavia, i suoi vantaggi, tra cui una maggiore occupazione e opportunità di genere, devono ancora essere pienamente sfruttati.

 

 

L’AlUla Framework – sviluppato sotto la guida della Presidenza saudita del G20 nel 2020, da Unwto e G20 Tourism Working Group – punta ad aumentare ulteriormente il contributo di un settore visto come un efficace trampolino di lancio per una crescita più equa e il raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile. Il documento fornisce raccomandazioni e strumenti specifici che possono essere utilizzati sia dai governi sia da tutte le altre parti coinvolte nel settore del turismo, compresi i governi regionali e locali, il settore privato, le associazioni imprenditoriali e la società civile, popolazioni e turisti. Offre un approccio olistico e integrato allo sviluppo della comunità inclusiva attraverso il turismo.

I paesi del G20 possono dare l’esempio

“Mentre uniamo le forze per riavviare il turismo – ha dichiarato il segretario generale dell’Unwto, Zurab Pololikashvili -, è nostra responsabilità garantire che i benefici del turismo siano condivisi da tutti. Mi congratulo con la Presidenza saudita per aver posto lo sviluppo inclusivo della comunità attraverso il turismo al centro del lavoro del G20. Invito i paesi del G20 a seguire questo approccio e a fare affidamento sul turismo come strumento efficace di inclusione e sostenibilità.”

“L’AlUla Framework, che prende il nome dal primo sito patrimonio mondiale dell’UNESCO dell’Arabia Saudita, dimostra come il settore turistico possa promuovere lo sviluppo della comunità inclusiva – ha aggiunto Ahmed Al Khateeb, Ministro saudita del Turismo e Presidente della Riunione dei Ministri del Turismo del G20. – Presenta esempi pratici e studi di casi che i governi possono utilizzare per proteggere la cultura e l’ambiente locali, dando potere alla popolazione locale, in particolare donne e giovani. Uno strumento fondamentale per ricostruire insieme il settore del turismo per renderlo più sostenibile, più resiliente e più inclusivo.”

Turismo: ruolo chiave nelle politiche di sviluppo

Le Linee guida del G20 per lo sviluppo comunitario inclusivo attraverso il turismo, approvate durante l’incontro, riconoscono l’importanza di rendere il turismo un posto centrale nelle politiche di sviluppo a livello internazionale, nazionale e locale. Le linee guida sottolineano ulteriormente l’importanza dello sviluppo del capitale umano, di mercati del lavoro inclusivi, di una protezione sociale adeguata, di innovazione e imprenditorialità, componenti essenziali di un settore dei viaggi e turismo incentrato sulle persone che promuove l’emancipazione delle donne e crea posti di lavoro dignitosi per tutti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here