Il vero lusso? Dormire in un letto firmato Simmons

Leggi anche

Dai materassi ai topper passando per i guanciali, i sommier e gli accessori. È davvero completa la gamma di prodotti Simmons pensata per le esigenze dell’hospitality. L’azienda nei suoi oltre 140 anni di storia è arrivata ad imporsi come punto di riferimento assoluto nel settore del bedding. I motivi? Una varietà di soluzioni per l’ambiente letto completamente customizzabili e l’eccellenza della qualità artigiana ‘Made in Italy’ garantita dalla produzione fatta nei cinque stabilimenti del Gruppo Industriale Formenti. E se per stabilire il valore di un pittore è decisivo sapere quali musei e gallerie d’arte lo espongono, altrettanto si può fare per le forniture di Simmons, scelte – non a caso – da ben diciotto tra le prime venti catene alberghiere internazionali e da una lunga serie di hotel indipendenti non meno prestigiosi e significativi.

A partire dall’Hotel de La Ville di Roma (nella foto in alto), splendidamente situato in cima alla scalinata di Trinità dei Monti: le sue 104 tra camere e suite vedono sposarsi le soluzioni bedding di Simmons con un arredamento ricco di tessuti sontuosi che richiamano l’epoca del Grand Tour, con i tradizionali pavimenti in parquet, gli eleganti bagni in marmo e una vista panoramica mozzafiato.
Restando tra le città d’arte, Venezia è il teatro di un altro connubio tra il giorno e la notte firmata Simmons: il Palazzo Experimental, nel cuore di Dorsoduro, ha scelto per le sue 32 stanze materiali e colori tipici della città, come i pavimenti in granito e legno e tonalità che riflettono le sfumature di Venezia come il blu cielo, il giallo pallido, il grigio argento e i toni di terracotta dell’edificio stesso.

Spostando lo sguardo verso sud, troviamo invece Casa Angelina, un miracolo di design e natura affacciato sulla Costiera Amalfitana: qui dappertutto – soluzioni letto comprese – domina il bianco, radioso e raffinato. Acqua su acqua si arriva poi al Mandarin Oriental Lago di Como, immerso in un parco botanico centenario, con 52 suite, 21 camere e due spettacolari ville private, il cui comfort unico dei letti si sposa perfettamente con il design che fonde lo stile italiano contemporaneo e il sofisticato fascino orientale tipico della catena. Non mancano referenze esclusive anche in montagna, come l’Hotel le Massif di Courmayeur, 5 stelle a pochi passi dalle piste innevate del Monte Bianco. O il Faloria Mountain Spa Resort, storica struttura di Cortina capace di far rivivere la casa tradizionale ampezzana in stile contemporaneo tra larice spazzolato, lane e pietra dolomia. O ancora il My Arbor di Bressanone, struttura unica nel suo genere perché costruita su palafitte alte 25 metri, tra le chiome di distese di abeti dove i letti di Simmons impreziosiscono 104 camere di design.

Il vero lusso? Dormire in un letto firmato Simmons
- Ultima modifica: 2019-11-18T18:09:12+01:00
da Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

HD – Single Template - Ultima modifica: 2021-09-24T15:19:00+02:00 da webfactory