Intesa franco-tedesca per un recovery fund da 500 miliardi

Palazzo Chigi plaude all’iniziativa di Francia e Germania che insieme hanno presentato un piano congiunto con le loro proposte per aiutare l’Unione Europea a risollevarsi dalla crisi, tra cui l’istituzione di un recovery fund europeo da 500 miliardi di euro in aiuto delle regioni più colpite dal Covid-19.
Il fondo dovrebbe essere finanziato con l’emissione di bond e il denaro distribuito sotto forma di sussidi – non prestiti – ai Paesi più danneggiati.
Non saranno i beneficiari a dover restituire i soldi, ma i Paesi membri UE nel complesso. La Germania darà il contributo maggiore, pari al 27%. “le risorse serviranno anche ad evitare gap tra Paesi nel post-crisi”, ha dichiarato la cancelliera Angela Merkel.

La risposta dell’Unione Europea alla crisi nel complesso ammonta a mille miliardi, ha precisato Presidente Macron, che ha sottolineato anche che questa “crisi inedita impone una risposta europea. L’Europa non ha saputo reagire bene all’inizio, ci sono stati riflessi nazionalisti. Poi vanno riconosciuti atti notevoli, una solidarietà che ha salvato vite”.

Macron, oltre a lodare l’azione della Bce e della Commissione europea, ha criticato gli Stati che hanno chiuso le frontiere in modo indiscriminato, mentre ha citato Italia, Spagna, Portogallo e Paesi Bassi come i Paesi che hanno dato il loro contributo per la nascita di un piano comune.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here