Lo sbarco di Marriott a Lucca è seicentesco: ecco il nuovo Grand Universe

Cinquantacinque stanze in bilico tra tradizione e contemporaneità per lo sbarco di Marriott a Lucca. Il gruppo alberghiero ha infatti presentato il nuovo Grand Universe, hotel ospitato in un palazzo del Seicento, in pieno centro cittadino, e oggetto di un profondo restyling.

Come scrive Il Sole 24 Ore, la struttura è stata adibita ad hotel già dal 1857, e oggi è parte del portfolio di Autograph Collection Hotels. L’albergo è di proprietà della famiglia lucchese Marcucci e di Shaner Italia, ed è gestito da Shaner Ciocco Properties, entrambe divisioni di Shaner Corporation, proprietario, gestore ed operatore leader nel settore dell’ospitalità.

La ristrutturazione dell’hotel – che negli anni ha ospitato tra gli altri Giacomo Puccini e Chet Baker – è stata guidata da Archea Associati. Il Sole spiega che “sono stati mantenuti elementi come le fondamenta delle mura risalenti all’epoca romana e i resti di un’antica bottega di maestri soffiatori di vetro situata nella cantina. Il Grand Universe offre così la possibilità di cenare nella Eterno Wine Cellar, cantina di vini costruita a ridosso delle fondamenta romane dell’edificio. In aggiunta al ristorante Legacy è stato realizzato il rooftop bar Sommità con vista panoramica su Lucca. L’omaggio alla musica è dato poi dal programma Preludio dell’esistenza, con la possibilità di creazione di melodie personalizzate”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here