Marriott, Anthony Capuano è il nuovo ceo. Stephanie Linnartz nominata presidente

E’ Anthony Capuano il nuovo ceo di Marriott International. Il manager di chiare origini italiane è una scelta interna, resa obbligatoria dalla prematura scomparsa di Arne Sorenson: Capuano ha infatti ricoperto finora il ruolo di presidente del settore global development, design and operations services.

Contemporaneamente, il CdA di Marriott ha anche annunciato che Stephanie Linnartz sarà presidente della società, con effetto immediato. “Tony ha svolto un ruolo fondamentale nella crescita di Marriott degli ultimi dieci anni – ha affermato l’executive J.W. Marriott Jr. -. Sarà un leader eccezionale nel portare avanti la nostra strategia di crescita, navigando anche nelle nuove dinamiche di mercato post-Covid-19. E’ una persona pragmatica ed è stato risoluto nel garantire che Marriott fornisca eccellenza operativa ed esperienze di alto livello ai nostri clienti“.

Capuano, 55 anni, ha iniziato la sua carriera in Marriott nel 1995 come parte del team di pianificazione e analisi del mercato. “Sono onorato di essere stato nominato per prendere il timone di Marriott, ma è un momento agrodolce – ha detto Capuano -. Arne è stato un mentore, un campione e un amico per ogni membro del suo team“.

In qualità di presidente, Linnartz sarà responsabile dello sviluppo e dell’esecuzione di tutti gli aspetti della strategia globale dell’azienda, inclusi marchio, marketing, vendite, gestione dei ricavi, coinvolgimento dei clienti, digital, I.T., attività emergenti e strategie di fidelizzazione. “Ogni membro del team dirigenziale prova un profondo senso di perdita per la morte di Arne. Non era solo un amico e un leader per noi, ma una guida per l’intero settore dell’ospitalità“, ha detto Linnartz.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here