A Vienna l’hotel del futuro per testare le innovazioni tecnologiche

Un hotel laboratorio per testare soluzioni e applicazioni in grado di rendere tutte le fasi dell’esperienza alberghiera – dalla prenotazione all’accoglienza fino al soggiorno vero e proprio e al check out – migliori e più fruibili. Si tratta dell’Hotel Schani Wien, di proprietà della famiglia Komarek, che aprirà i battenti a Vienna entro la fine del 2014. Una volta inaugurato, gli utenti potranno sperimentare sul campo tutte le soluzioni ipotizzate.
Il progetto, avviato dalla società di ricerca tedesca Fraunhofer IAO fin dal 2008, ha come partner HRS, l’hotel solutions provider dedicato ai viaggi d’affari. È possibile contribuire al progetto Future Hotel compilando il questionario creato ad hoc a questo link
La fase di avvio del progetto di ricerca applicata si concentrerà sui momenti chiave del servizio alberghiero: prenotazione, check in e spazi comuni. Il supporto e la partecipazione di HRS permetterà di fornire soluzioni operative concrete e sviluppate con ottica market oriented, seppure innovative e visionarie rispetto al trend di sviluppo dell’industria alberghiera.
Oltre al contributo di imprese ed esperti del settore, il progetto prevede anche un’estesa fase di ascolto e indagine rivolta ai clienti di strutture alberghiere per definire le priorità e le aree di maggior interesse, dal punto di vista degli utenti, per quanto riguarda le innovazioni da introdurre” ha dichiarato l’amministratore delegato di HRS Tobias Ragge. “In questo senso le innovazioni tecnologiche, associate ai nuovi bisogni di mobilità, stanno cambiando e ancor di più cambieranno la stessa natura dell’industria turistica”.
Il progetto” ha aggiunto Ragge “rappresenta uno stimolo importante perché perfettamente in linea con la nostra mission di fornire e sviluppare sistemi di prenotazione intuitivi, veloci, flessibili e in grado di soddisfare sempre più le esigenze della clientela.”

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here