Cresce l’incoming in Italia, 6 miliardi di euro in più dal 2013

Uno scorcio dei musei vaticani a RomaIn cinque anni l’incoming in Italia ha subito una crescita progressiva, con un incremento di 6 miliardi di euro rispetto a quanto incassato dal turismo internazionale nel 2013. I dati della Banca d’Italia confermano i risultati diffusi lo scorso ottobre.

Ecco nel dettaglio gli introiti dell’incoming dal 2013 al 2017:
33,064 miliardi di euro nel 2013
34,240 miliardi di euro nel 2014
35,556 miliardi di euro nel 2015
36,359 miliardi di euro nel 2016
38,974 miliardi di euro nel 2017.

L’incoming in Italia a dicembre 2017

Secondo i dati della Banda d’Italia, il saldo della bilancia dei pagamenti turistica ha presentato nel mese di dicembre 2017 un surplus di 399 milioni di euro, superiore all’avanzo nello stesso mese dell’anno precedente (286 milioni). Le spese dei viaggiatori stranieri in Italia (1.955 milioni) sono cresciute del 9,9 per cento, quelle dei viaggiatori italiani all’estero (1.556 milioni) sono aumentate del 4,2.

Nel quarto trimestre dell’anno la spesa dei viaggiatori stranieri in Italia è aumentata del 7,9 per cento rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente; quella dei viaggiatori italiani all’estero è cresciuta del 2,7 (figura 1).

Nel 2017 si è registrato un avanzo di 15.011 milioni di euro, a fronte di uno di 13.812 milioni dell’anno precedente. Le spese dei viaggiatori stranieri in Italia (38.974 milioni) sono aumentate del 7,2 per cento, quelle dei viaggiatori italiani all’estero (23.963 milioni) del 6,3 per cento.

 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here