La forza di Booking.com

La ricerca di un hotel su Google in cui figura Booking al primo postoIl punto di forza di Booking? La visibilità nei motori di ricerca, Google in primis. Una strategia che da sempre caratterizza il gigante delle OTA, frutto di cospicui investimenti, con cui i singoli hotel difficilmente possono competere.

Nel terzo trimestre dello scorso anno, Booking ha speso più di 1,3 miliardi di dollari in visibilità sui motori di ricerca e altri servizi online correlati, contro 1,2 miliardi di dollari investiti nello stesso periodo del 2017.

Di questo ammontare, Google ha incassato più di 1 miliardo di dollari, pari ad oltre il 3,6% del suo fatturato pubblicitario totale nello stesso periodo; questo in base al report sui suoi guadagni e alla stima di Mark Mahaney, analista di RBC Capital Markets.

Booking e Google, relazione complicata

Booking ha continuato ad investire pesantemente su Google, ma la situazione si è complicata da quando il motore di ricerca è diventato anche un competitor con Google Flights e Google Hotels.

In una recente relazione, Booking ha sottolineato il rischio di affidarsi a Google per una “porzione significativa” del traffico e delle prenotazioni da quando il motore di ricerca include le proprie offerte nella parte superiore e ha modificato il modo in cui conduce l’asta per il posizionamento tra i risultati.

Un altro rischio che Booking ha paventato è l’uso da parte di Google del suo software per smartphone Android per la visualizzazione di prodotti come la sua app Google Trips, o per favorire i suoi prodotti nella ricerca mobile. Sui dispositivi mobili, infatti, Google ha recentemente offerto un trattamento esclusivo ai suoi servizi di ricerca di voli e hotel.

Raggiunto un accordo

In seguito, il CEO di Booking, Glenn Fogel, ha presentato una visione più rosea della situazione: “Abbiamo avuto una meravigliosa relazione con le persone di Google, fondamentalmente aiutandoci a costruire il nostro business insieme a loro, una relazione molto simbiotica, contribuendo a migliorare le capacità degli altri”, ha affermato. “E siamo molto contenti di questo.”

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here