Cassa Depositi e Prestiti, mezzo miliardo per l’hotellerie del lusso

Un piano da 500 milioni di euro per far rimanere in mani italiane alcuni storici hotel di lusso del Belpaese sui quali alcuni investitori stranieri hanno da tempo messo gli occhi, anche per effetto della crisi da Covid. Sarebbe questo l’obiettivo di Cassa Depositi e Prestiti secondo quanto ricostruito da Il Sole 24 Ore, che fa risalire all’a.d. Fabrizio Palermo e alla divisione real estate di Cdp l’avvio di questa iniziativa.

L’ente è attivo nella ricettività già da tre anni, ed ha nel tempo rilevato le strutture – e poco meno della metà delle azioni – di Th Resort, oltre che il Villa Igiea di Palermo del gruppo Rocco Forte e una struttura di Blu Hotels. Le sette strutture, che hanno comportato un invevstimento di circa 250 milioni di euro, passerebbero sotto la gestione della nuova realtà, che assumerebbe la forma della piattaforma e non del fondo e destinata, sempre secondo il Sole, a “detenere asset per 500-600 milioni di euro. Le strutture nel mirino sarebbero hotel quattro e cinque stelle lungo tutta la penisola e lo scouting sarebbe già partito per concretizzare qualche acquisizione certamente entro l’anno, ma anche prima qualora ci fossero le condizioni“.

 

 

Sempre secondo il Sole, che riporta la voce di fonti anonime, Cdp starebbe lavorando “per costituire un team dedicato a questo progetto, sotto l’egida di Marco Doglio arrivato a inizio 2020 alla guida della divisione real estate”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here