Federalberghi: “un punto di svolta nelle modalità di gestione della crisi”

L’associazione degli albergatori plaude alla decisione del Governo di destinare al turismo ulteriori 505 milioni di euro nel 2021. Il presidente di Federalberghi, Bernabò Bocca, ha infatti espresso il suo apprezzamento per l’emendamento che ha inserito nella legge di bilancio una misura specifica per le imprese turistico ricettive, gli stabilimenti termali e gli stabilimenti balneari, offrendo una boccata d’ossigeno in materia di esenzione IMU, credito d’imposta per gli affitti e contributo a fondo perduto.

“Il 24 novembre – sottolinea Bocca -, in audizione alla Camera, Federalberghi aveva chiesto un segnale esplicito proprio sui punti toccati dall’emendamento e ringrazia la Commissione Bilancio che, con consenso unanime di tutti i gruppi parlamentari, ha fornito risposte concrete”.

“Le misure approvate dalla Camera – prosegue il presidente di Federalberghi – non sono certamente sufficienti a risolvere tutti i problemi, ma confidiamo che segnino un punto di svolta nelle modalità di gestione della crisi”.

“Oggi più che mai – conclude Bocca – è necessario dedicare costante attenzione alle esigenze delle imprese. Le strutture ricettive si apprestano ad affrontare un 2021 a dir poco complicato, dopo che il 2020 ha fatto segnare i risultati peggiori della nostra storia, con una perdita di oltre 14 miliardi di euro di fatturato e 243 milioni di presenze”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here