Hilton Lake Como amplia i suoi spazi con Terrazza 241, installazione outdoor di design con vista

Si chiama Terrazza 241 l’installazione outdoor che ha dotato l’Hilton Lake Como di nuovi suggestivi angoli di privacy in cui gli ospiti potranno concedersi un pranzo o una cena in tutta sicurezza, godendo dell’incantevole panorama.
Un progetto avveniristico realizzato con il contributo di Privitera Eventi e della designer Adriana Lohmann, che ha curato tutto il progetto illuminotecnico.

Le sei mini-serre, una diversa dall’altra, e una più grande ad unica campata, realizzate nel rooftop e affacciate sulla piscina a sfioro con vista lago, ampliano l’offerta dell’hotel di 100 posti a sedere al coperto in aggiunta ai 40 già disponibili. Le pareti trasparenti filtrano e riflettono la luce del giorno e del tramonto, lasciando libera la vista del contesto naturalistico in cui la Terrazza è inserita

“Continuiamo ad investire ed innovare – ha dichiarato Alessio Colavecchio, GM di Hilton Lake Como –, questa installazione ci permetterà di sfruttare al meglio la location nella massima sicurezza dei collaboratori e degli ospiti”.

“Siamo molto fieri di aver realizzato questo progetto innovativo con l’Hilton Como Lake – ha aggiunto Massimo Privitera, ideatore della Serra La Fenice di Privitera Eventi –. In questo momento di crisi continuiamo ad investire e progettare in quello che sarà il nuovo business. Questo tipo di riscontro arriva anche dall’estero. Nel mese di dicembre, a Manhattan, i newyorchesi hanno pranzato e cenato fuori grazie ad igloo di plexiglas, lo stesso vale per le nostre mini-serre”.

Le mini Serre La Fenice

Hanno un ingresso riservato e sono riscaldate con impianto a pavimento. Ogni serra si distingue per colore e dettagli di stile: lampadari e oggetti di arredo dal forte impatto visivo e scenografico, disegnati e prodotti da Adriana Lohmann con materiali esclusivi, sostenibili e realizzati interamente a mano. Arredi preziosi, sintesi di una ricerca costante e capaci di esaltare la spettacolarità del luogo e della splendida natura circostante.

“Questo progetto, eclettico e visionario, mi ha particolarmente coinvolto – spiega la designer Adriana Lohmann –. Gli hotel sono un tema sempre interessante perché ogni installazione ha bisogno di essere contestualizzata, in relazione al brand e al tipo di clientela. In questo caso l’obiettivo è stato di andare verso il futuro, trovando soluzioni innovative a nuove esigenze di vita”.

La formula di esclusività dei sei “Privè/Serra” consentono di sperimentare mood ed emozioni interessanti, cambiando ogni volta ambiente. Mentre nel grande salone trasparente, dove convivono ambienti di open bar, salotti e ristorazione, la proposta ha un taglio internazionale in cui bagliori e cromie metalliche donano accoglienza ed emozione. In questo spazio le luci e gli arredi luminosi sono disegnati da Adriana Lohmann e prodotti da Krea Design e Slide For Life.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here