Hotel in costruzione, è derby Usa-Cina. L’Europa arranca, Marriott sempre leader

E’ derby Stati Uniti-Cina, per il primato del Paese con più progetti alberghieri in pipeline. A mettere in fila i “lavori in corso” della ricettività globale è stato un rapporto della società di studi Statista, che ha fotografato la situazione al mese di marzo appena trascorso.

Regno Unito e Germania difendono l’Europa
Ad aggiudicarsi lo scettro sono gli Stati Uniti, Paese che vanta 5.216 hotel in fase di realizzazione, contro i 3.375 della Cina. Medaglia di bronzo per il Regno Unito, lontanissimo a quota 372, mentre ai piedi del podio si piazzano Indonesia (333) e Germania (300). In termini di nuove camere, la classifica resta più o meno inalterata, con il derby vinto nuovamente dagli Usa, anche se di poco, con 650mila stanze in arrivo contro le 639mila cinesi.

Le città: dominio a stelle e strisce
Nella graduatoria delle singole città, quella con il maggior numero di progetti alberghieri in essere è New York (150), che si impone su Los Angeles (148) e Dallas (147). Atlanta (140) completa il dominio americano, e precede Chengdu (133), Shanghai, Dubai e Guangzhou, rispettivamente con 130, 125 e 121 hotel. Nel ranking delle metropoli, il numero di stanze previste rovescia invece la classifica: prima assoluta è infatti Dubai (35mila stanze), con Chengdu seconda (27mila) e New York, Shanghai e Guangzhou tutte intorno alle 25mila nuove unità abitative.

I grandi brand
Infine, quanto ai gruppi alberghieri più attivi, Statista spiega nel suo studio che “a marzo 2021, la catena con il maggior numero di camere d’albergo in costruzione è Marriott International, con 442.542 camere. Al secondo posto c’è Hilton Worldwide, con 371.315 camere”. Questi due marchi alberghieri, entrambi con sede negli Stati Uniti, occupano anche le prime posizioni anche in termini di fatturato. Buoni i piazzamenti della società britannica Intercontinental Hotels Group (252.020 nuove camere in portafoglio) e del gruppo francese Accor (167.974).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here