L’albergo entra nel Terminal: a New York apre il TWA Hotel

Di hotel aeroportuali è pieno il mondo. Ma quello appena aperto a New York è del tutto diverso. Dopo anni di attesa, è stato infatti inaugurato il TWA Hotel, ricavato letteralmente in un vecchio terminal all’interno del JFK della Grande Mela.
Firmato dall’architetto finlandese Eero Saarinen che lo progettò nel 1962, il terminal era inutilizzato dal 2001. La costruzione dell’albergo – che ha visto protagonista, per i bellissimi display “vintage”, anche l’azienda italiana Solari – è costata 300 milioni di dollari ed già un cult tra gli appassionati di design e di architettura.
512 le camere e suite presenti nella struttura: spazi dotati di ogni comfort, arredati con eleganza in uno stile ispirato agli anni Sessanta, con bagni in perfetto stile hollywoodiano. Grandi pareti finestrate che affacciano sulle piste di decollo e atterraggio rendono gli ambienti ancor più suggestivi.
Diverse le aree dedicate al Food & Beverage: 6 ristoranti, 8 bar, tra cui il Pool Bar accanto alla piscina a sfioro sul tetto della struttura, con acqua riscaldata e vista panoramica, accessibile tutto l’anno e utilizzata anche per l’organizzazione di eventi.
L’hotel, infine, dispone anche di una sala congressi che può ospitare fino a 1600 persone, una sala da ballo, centro fitness, vari negozi e outlet, dove si possono acquistare oggetti, gadget e capi di abbigliamento con il brand TWA.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here