“La regina degli scacchi” entra in hotel: a Lexington la suite dedicata alla serie tv

La regina degli scacchi” entra in hotel. La serie tv più cool del momento è stata infatti la fonte di ispirazione di un hotel di Lexington, negli Stati Uniti, che ha deciso di dedicare una suite a tema allo sceneggiato, basato sull’omonimo romanzo del 1983 di Walter Tevis.

Le caratteristiche della suite
La città americana è infatti il teatro di gran parte della storia narrata nella serie di Netflix: l’hotel 21c ha quindi colto la palla al balzo per allestire la “The Harmon Room at 21c”, che prende il nome dalla protagonista Beth Harmon. La stanza – curatissima in ogni dettaglio – è in pieno stile mid-century, con accessori vintage, riferimenti ai momenti e ai personaggi più memorabili dello show, mobili da collezione e pezzi di antiquariato. Per il progetto è stata ideata anche una carta da parati personalizzata con un motivo soprannominato The Knight’s Gambit, mentre gli ospiti trovano all’interno della suite le riproduzioni delle tote bag “Lex Liquors” viste nella serie, copie della rivista Chess Review e libri sul gioco degli scacchi.

La scacchiera? Non può mancare. E c’è anche il tour
La stanza dispone naturalmente anche di un vero set per giocare, mentre un numero limitato di scacchiere fatte a mano in legno pregiato è disponibile nello shop dell’hotel. E non manca un’installazione artistica, con pezzi degli scacchi appesi al soffitto. Per i fan della serie che stanno programmando un viaggio a Lexington, l’esperienza non finisce con la stanza, poiché VisitLEX ha creato un Queen’s Gambit Tour che include la visita ai luoghi cult dello spettacolo.

Un’occasione per promuovere la destinazione
“‘La regina degli scacchi’ ha puntato i riflettori su Lexington e ha suscitato l’interesse delle persone verso la nostra comunità – ha affermato Gathan Borden, vicepresidente del marketing di VisitLEX -. La Harmon Room e tutte le attività che abbiamo pianificato attorno ad essa sono il nostro modo di stendere il tappeto rosso per i visitatori e un altro esempio del modo in cui utilizziamo la creatività per promuovere la nostra incredibile città“. Maggiori informazioni sull’esperienza sono disponibili sul sito web ufficiale di 21c.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here