Liguria: il bonus assunzioni per il turismo va a ruba

Vernazza, Cinque Terre, una delle perle turistiche della LiguriaIl bonus per l’assunzione destinato alle aziende del comparto turistico stanziato dalla Regione Liguria è sold out. In soli due giorni dal via libera per la presentazione delle domande, la Liguria ha ricevuto
285 richieste di contributo per un ammontare complessivo di 2 milioni e 732 mila euro, sforando il tetto massimo previsto di 332 mila euro.

“Insieme all’assessore Berrino, a seguito delle numerose domande, vogliamo rifinanziare l’intervento che, come già anticipato, avverrà con un congruo anticipo rispetto alla chiusura dello sportello che è prevista per il 31 dicembre 2020″, ha dichiarato il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti.

Una conferma che gli incentivi alla ripartenza possono fare la differenza e incidere in modo significativo sull’occupazione. Non solo servono, come dimostra il caso della Liguria sono insufficienti. La voglia di mare e di vacanza è tanta e il comparto turistico e ricettivo scalpita per tornare pienamente operativo ed essere più forte di prima.

“È un segnale importante che dimostra come il settore turistico voglia ripartire e come sia necessario sostenere le aziende che hanno intenzione di assumere. La Regione ha voluto dare un sostegno tempestivo a uno dei settori che maggiormente sta patendo le conseguenze della crisi post emergenza sanitaria. La Liguria sta ripartendo anche dal punto di vista turistico e le bellezze del nostro territorio sono una risorsa da scoprire, soprattutto quest’anno che si tenderà a rimanere in Italia per trascorrere le vacanze”, ha dichiarato Toti al Secolo XIX.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here