L’Italia sceglie il “modello greco”: isole minori Covid-free per riaprire al turismo

Rendere le isole minori del Belpaese Covid-free come quelle della Grecia. E’ questa l’idea che va prendendo corpo per garantire al turismo una ripartenza rapida e sicura, dopo che il generale Francesco Figliuolo ha fatto sua la richiesta dei sindaci delle piccole isole italiane di prevedere una vaccinazione di massa anche in chiave “vacanziera”. La Grecia ha, per esempio, già reso Covid-free Kastellorizo e ha stabilito un piano di vaccinazioni per le piccole isole che sarà ultimato entro la fine del mese.

La Grecia ha tante isole e per quello si sta muovendo in quella direzione, noi potremmo farlo. Il punto è creare meccanismi per cui sia semplice circolare. La direzione mi sembra abbastanza chiara“, ha spiegato a Omnibus il ministro del Turismo Massimo Garavaglia.

E se Ischia, Capri e Procida vedranno giò da questa settimana l’inizio della campagna intensiva di vaccinazione, anche isole di dimensioni molto meno “contenute”, come Sicilia e Sardegna, hanno chiesto attraverso i rispettivi governatori Musumeci e Solinas una piena immunizzazione, dal momento che “la nostra condizione di insularità, che limita i punti d’accesso a porti e aeroporti, rende più semplice il controllo sanitario. Se procediamo rapidamente alla vaccinazione dell’intera popolazione, potremo ospitare in piena sicurezza i turisti aprendo veri e propri corridoi preferenziali verso paesi e regioni che hanno già completato l’immunizzazione o utilizzando il modello dei voli e delle navi ‘covid tested’, che garantisce un’enorme attrattività internazionale“.

Intanto, di riapertura del turismo ha parlato anche il presidente del Consiglio Mario Draghi:”La stagione turistica? Manca una data. Il ministro Garavaglia dice a giugno. Speriamo, magari anche prima, chi lo sa”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here