L’Unwto: “Torna il turismo, il 53% dei Paesi allenta le misure”

Il mondo torna a riaprirsi al turismo, dopo i mesi delle frontiere chiuse. A rilevarlo è stata l’Unwto, agenzia delle Nazioni Unite specializzata proprio nel travel. L’ente ha infatti spiegato nella nuova edizione revisionata del suo studio “Restrizioni di viaggio correlate al covid-19: una revisione globale per il turismo” che la maggior parte delle destinazioni di tutto il mondo (il 53%) ha iniziato ad allentare le restrizioni di viaggio introdotte in risposta alla pandemia. Sebbene molti rimangano cauti in vista dell’eventuale ritorno della della pandemia, gli specialisti autori dello studio hanno indicato senza lasciare spazio a dubbi che la tendenza è quella di un graduale riavvio del turismo.

Analizzando le restrizioni fino al 1 settembre, la ricerca ha rilevato che un totale di 115 destinazioni (come detto, il 53% di tutte le destinazioni nel mondo) ha allentato le restrizioni di viaggio, con un aumento di 28 unità dal 19 luglio. Di questi Paesi, due hanno revocato tutte le restrizioni, mentre i restanti 113 continuano ad applicare alcune misure restrittive.

Il segretario generale dell’Unwto, Zurab Pololikashvili, ha osservato a tal proposito che “una leadership coordinata e una cooperazione rafforzata tra i governi hanno fatto sì che il turismo stia lentamente, ma costantemente ripartendo in molte parti del mondo. Iniziare ad allentare le restrizioni sui viaggi apre anche le porte al ritorno dei benefici sociali ed economici del turismo. Sebbene si debba rimanere vigili e cauti, siamo preoccupati per quelle destinazioni che hanno ancora restrizioni di viaggio totali, specialmente laddove il turismo rappresenta un’ancora di salvezza e lo sviluppo economico e sociale è minacciato“.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here