Weekend lungo di Ognissanti: previsioni rosee per gli hotel italiani

L’imminente festività di Ognissanti dovrebbe chiudersi con un segno positivo per gli alberghi italiani, anche se i giorni di vacanza saranno tre, meno dello scorso anno.
Lo ha reso noto Confindustria Alberghi sulla base dei dati previsionali raccolti. Il risultato sarebbe dovuto innanzitutto alla spinta della domanda proveniente dall’estero – USA, Francia, Regno Unito e Germania soprattutto – che bilancia la sostanziale stabilità della domanda nazionale.
Ottime le previsioni per Ognissanti a Venezia, Firenze e Matera, dove – in base alle prenotazioni ricevute – il tasso di occupazione degli alberghi dovrebbe superare di gran lunga l’80%, con un aumento rispettivamente del 2%, 1,5% 3% .
Venezia e Matera continuano sulla scia positiva registrata già ad inizio anno, grazie alla Biennale la prima, e alla nomina a capitale della cultura 2019 la seconda. Diversa la situazione nel capoluogo toscano dove, dopo una prima parte dell’anno indecisa e un travagliato trimestre estivo, gli hotel fiorentini confidano in un avvio di ripresa a partire dai risultati di questo weekend lungo, che oltre ad un aumento di occupazione, segna anche un lieve recupero delle tariffe medie applicate.
Milano conferma l’occupazione dello scorso anno (70%), con prezzi in aumento dell’1,5%, mentre a Roma gli alberghi per la festività di Ognissanti dovrebbero registrare un’occupazione al 75%, alta ma al di sotto dei risultati cui ci aveva abituati la città eterna.
Sempre più importante la domanda internazionale per la nostra penisola che vede tra i paesi incoming a maggior crescita Argentina, Australia e Taiwan, oltre ai tradizionali bacini europei.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here