Pietrelli Porte per gli ingressi di Palazzo degli Angeli di Firenze

Una lunga storia d’amore, fatta di qualità, design e sicurezza. È questo il filo rosso che lega l’hotellerie di alto livello a Pietrelli Porte, azienda marchigiana che nel corso dei suoi sessant’anni di storia è giunta – tra innovazione e tradizione – nell’Olimpo degli alfieri del Made in Italy più autentici. Il perché è presto detto: Pietrelli esprime infatti in ogni porta da essa realizzata un’eccellenza artigiana “antica” – nei materiali, nelle finiture, nel concept che diventa materia – arricchita però di quelle tecniche produttive, di quelle tecnologie green e di sicurezza e di una varietà di prodotto che interpretano alla perfezione le esigenze del Ventunesimo secolo. Con un comandamento che ben riassume, nello spazio di una riga, i valori che ispirano l’azienda nel proprio lavoro quotidiano: “Produrre per il cliente, non per il mercato”.

Prodotti di eccellenza per l’hotellerie

L’elenco delle referenze alberghiere collezionate da Pietrelli è un viaggio nella ricettività di alta gamma, ma forse un esempio varrà per tutti a raccontare il connubio tra alta hotellerie e prodotto d’eccellenza: è il caso del Palazzo degli Angeli di Firenze, una struttura situata in via Calimala – a pochissimi passi da piazza della Signoria, cuore pulsante della capitale millenaria del Rinascimento – e che diventerà un hotel di lusso. L’edificio sarà infatti trasformato in una esclusiva residenza turistica con 38 suite e una terrazza di oltre 450 metri quadrati. Anche grazie a Pietrelli Porte, che impreziosirà questo nuovo scrigno della ricettività fiorentina con le porte d’accesso alle suite e alle rispettive stanze da bagno.

Le porte fornite a Palazzo degli Angeli a Pietrelli PorteLe porte fornite all’hotel

Le porte sono realizzate interamente su disegno: ingressi camera modello 424 REI60 in finitura rovere naturale, in linea con la normativa europea di resistenza al fuoco UNI EN 1634 – UNI EN  13501-2:2009 e con abbattimento acustico fino a 42 db. Inoltre, le porte, dotate di certificato “Giove” e di telaio, sono completate da fasce applicate sul pannello e da mostre modanate su disegno. Per i bagni l’architetto ha invece optato per una porta tamburata – sempre su disegno e in rovere naturale – con fasce sull’anta e specchio applicato su un lato del pannello.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here