Poker d’assi per Rosewood Hotels che apre il quarto albergo italiano a Roma

Grazie all’accordo con Antirion SGR, Rosewood Hotels & Resorts – gruppo che opera nel settore dell’ospitalità e delle esperienze di lusso – si è aggiudicata la gestione di un nuovo albergo nel cuore capitale: il Rosewood Roma, in apertura nel 2023.
Il luxury hotel romano – ricavato nell’ex sede della BNL con affaccio sull’iconica Via Veneto – è la quarta struttura in Italia del brand e va ad aggiungersi al Rosewood Castiglion del Bosco in Toscana e ai Rosewood Porto Cervo e Rosewood Venezia, con aperture rispettivamente in programma nel 2022 e nel 2023.

“Negli ultimi anni – ha dichiarato Sonia Cheng, AD del gruppo Rosewood Hotelsiamo stati impegnati nella ricerca di nuove opportunità per ampliare la nostra presenza europea e permettere al brand Rosewood di raggiungere nuove destinazioni del continente. Roma, una delle città più vivaci d’Italia, con un’eredità indubbiamente ricca e un carattere affascinante, è stata per molto tempo in cima alla lista delle destinazioni prioritarie in cui portare la bandiera del gruppo Rosewood. Siamo entusiasti di poter lavorare con il nostro partner Antirion SGR su questo progetto, che siamo certi stabilirà un nuovo standard per le esperienze lifestyle di lusso nella capitale”.

“Siamo orgogliosi di intraprendere questo importante progetto con Rosewood Hotels & Resorts – ha aggiunto Ofer Arbib, Ceo di Antirion SGR -. Non potevamo immaginare un partner più adatto per realizzare una nuova destinazione in grado di celebrare il patrimonio e lo splendore di Roma e, al contempo, di estendere l’offerta turistica della città attraverso una sofisticata interpretazione dell’ospitalità ultra-lusso”.

Il Rosewood Roma

La struttura si estenderà su un intero isolato e comprenderà tre edifici storici degli inizi del 1900. Al centro del progetto, la reinterpretazione dell’ex sede centrale di BNL, l’unità principale del complesso originariamente concepita dal celebre architetto e urbanista italiano Marcello Piacentini. Il cambio di destinazione d’uso sarà gestito da Colliers International, che coordinerà tutto il processo di riqualificazione, sotto la guida ed il coordinamento di Jacobs, società di architettura e ingegneria integrata e dello studio australiano di interior design BAR Studio. Lo stile dell’interior coniugherà elementi architettonici tradizionali con arredi e dettagli moderni per creare un ambiente sofisticato e confortevole.

Le dotazioni

Rosewood Roma disporrà di 113 camere e 44 suite, tre locali per la ristorazione, tra cui un bistrot italiano contemporaneo, un lobby bar con caffetteria e un rooftop bar con terrazza panoramica. Tra i servizi che verranno offerti: un’esperienza sotterranea in moderne terme romane collocate all’interno del caveau originale della banca, e Sense, una Spa in legno di palissandro situata sul tetto della struttura, dotata di quattro sale per trattamenti dedicati e una terrazza benessere con piscina a specchio e centro fitness. Gli spazi dedicati agli eventi comprenderanno tre sale riunioni e una grande sala di rappresentanza.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here