Saffire LX, serratura per l’accesso hi-tech a camere e spazi comuni

Una nuova serratura per l’accesso hi-tech alle camere e alle aree comuni di strutture ricettive grandi e piccole. Si chiama Saffire LX, ed è il nuovo prodotto pensato da dormakaba per soddisfare le esigenze tecnologiche delle strutture alberghiere, ottimizzando al contempo la guest experience. Il gruppo, tra i primi tre fornitori di soluzioni di accesso e di sicurezza su scala mondiale, ha disegnato Saffire LX secondo le linee di un’estetica accattivante, sobria e contemporanea che – anche grazie alla varietà di finiture – si integra perfettamente in ogni arredo e architettura alberghiera, sia essa di nuova concezione o frutto di ristrutturazione. Quanto alla funzionalità e all’affidabilità, la serratura è facile da usare e richiede una manutenzione minima: le tre batterie AA durano infatti fino a due anni o fino a 80.000 aperture. E quando le batterie si stanno esaurendo, l’indicatore della serratura avvisa il personale che è necessario sostituirle quanto prima.

Un cuore tecnologico

Saffire LX è dotata di Bluetooth Low Energy (BLE), la tecnologia di comunicazione di elezione delle serrature per hotel di dormakaba. Utilizzando la soluzione dormakaba per il Mobile Access in combinazione con la serratura Saffire LX, gli ospiti possono comodamente usufruire del loro dispositivo mobile per accedere alla loro camera e alle aree comuni dell’hotel. La serratura è supportata da Ambiance, il software di controllo accessi più moderno di dormakaba: flessibile e scalabile, questa soluzione tecnologica soddisfa le aspettative di guest experience, concentrandosi sulle qualità che migliorano l’operatività quotidiana dell’hotel. Ne deriva un prodotto che sa coniugare valore, connettività, mobilità, sicurezza, scalabilità ed esperienza utente complessiva. E non è tutto: Ambiance offre un’opzione di gestione remota della serratura che consente alla proprietà di beneficiare di una maggiore esperienza dell’ospite in termini gestionali e di sicurezza. Supportato da una libreria di servizi web e da un’interfaccia di programmazione dell’applicazione (API), il software è stato progettato per interfacciarsi facilmente con strumenti terzi come ad esempio il sistema di gestione della proprietà (PMS).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here