Un barometro informa sui trend di recupero dell’hospitality

D-EDGE potenzia la versione online di Hospitality Recovery Tracker, uno strumento lanciato lo scorso aprile per informare gli albergatori e il mondo dell’ospitalità in generale sull’andamento della ripresa del settore, consentendo loro di individuare i primi segnali di ripresa, e quindi di stanziare le risorse opportune al momento giusto. Questa nuova versione è più veloce, più facile da usare e più ricca.

“Hospitality Recovery Tracker è basato sul web – fanno sapere dall’azienda, che offre soluzioni di e-commerce basate su cloud a hotel in oltre 100 paesi -. Tutti possono accedervi: non c’è bisogno di registrarsi o di scaricare nulla. Qui non ci sono scopi di marketing, vogliamo semplicemente aiutare il nostro settore a comprendere le tendenze in atto”.

Come funziona il Recovery Tracker

Il barometro di D-EDGE è costruito sui dati raccolti attraverso la piattaforma centrale di prenotazione dell’azienda su un campione di oltre 10.000 hotel indipendenti (singoli e gruppi). I dati disponibili vanno dalle prenotazioni giornaliere per paese o per le principali regioni/città, a prenotazioni e cancellazioni confermate ogni giorno, alle prenotazioni per data di creazione e data di arrivo, ai dati per canali (canale diretto, OTA ecc.) e mercati per il 2020 e il 2019.

Ci sono vari modi per filtrare i dati desiderati. È possibile selezionare uno o più paesi/città: ad esempio, solo Roma o Roma e Milano; uno o più canali di distribuzione: ad esempio, solo il sito web dell’hotel; l’origine della prenotazione: Mercato nazionale o internazionale.

Nella foto, un esempio delle tendenze visibili sul Recovery Tracker di D-EDGE – consultabile a questo link – che mostra come a livello globale i livelli di prenotazione siano ancora ben al di sotto del livello del 2019, ma le prenotazioni dirette stanno già raggiungendo il volume dell’anno scorso.

un grafico che mostra le tendenze nell'ospitalità

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here