Turismo sostenibile: Vitalpina Hotels aderisce al patto per la neutralità climatica

I segnali dei cambiamenti climatici in atto sono sotto gli occhi di tutti e nel turismo adoperarsi per arrestare questo processo significa anche battersi per la salvaguardia della destinazione turistica in cui si opera, specie se si tratta di una località di montagna, tutelando di fatto il proprio business. Un esempio virtuoso e lungimirante in tal senso proviene dalle 33 strutture del gruppo Vitalpina Hotels Südtirol – da sempre sensibili alla tutela dell’ambiente – che nel 2021 entreranno a far parte del Patto per la neutralità climatica, impegnandosi in maniera ancora più vincolante alla tutela del clima e del pianeta.

Modello di turismo alpino sostenibile

Oltre alla riduzione delle emissioni di CO2, i Vitalpina Hotels si sono ripromessi di sostenere in misura ancora maggiore i circuiti locali, prendendosi l’impegno di avvalersi ancora di più dei piccoli produttori certificati del posto, sia per gli alimenti che per le bevande.

“Noi come Vitalpina Hotels da diverso tempo ormai abbiamo preso a cuore il tema della sostenibilità – spiega Brigitte Zelger, presidente dei Vitalpina Hotels Südtirol – L’adesione di tutti i nostri associati al Patto per la neutralità climatica costituisce un ulteriore stimolo a mettere in atto quelle misure concrete che ci permetteranno di ridurre sempre più le emissioni di CO2 fino a diventare climaticamente neutrali. Al contempo vogliamo fungere da modello di turismo alpino sostenibile, sensibilizzando i nostri ospiti e i nostri collaboratori nei confronti della protezione del clima”.

Con l’adesione al Patto per la neutralità climatica, dal 2021 gli alberghi Vitalpina s’impegnano al rispetto di un programma triennale improntato alla neutralità climatica. Il piano prevede, tra le altre cose, misure di compensazione destinate a sostenere i progetti climatici curati dall’organizzazione svizzera “myclimate”. Obiettivi concreti che riguardano ad esempio l’approvvigionamento di acqua potabile in Uganda, la riforestazione in Nicaragua, il rimboschimento delle mangrovie in Myanmar.

Il Patto per la neutralità climatica

Nato nel 2015 dall’iniziativa di dieci aziende del Vorarlberg (Austria), il “Patto per la neutralità climatica 2025” conta oggi 145 tra imprese e organizzazioni che hanno deciso di aderire all’iniziativa per far diventare climaticamente neutrale la loro impronta aziendale. In questo percorso verso il raggiungimento degli obiettivi previsti, i Vitalpina Hotels saranno accompagnati dalla società “Terra Institute” di Bressanone. Il gruppo sarà supportato anche dall’Unione Albergatori e Pubblici Esercenti (HGV) che, oltre a curare la gestione amministrativa del gruppo, fa parte a sua volta, dal 2017, del Patto per la neutralità climatica. Sempre in tema di sostenibilità sarà rafforzata anche la collaborazione con IDM Alto Adige, nell’ambito di una strategia congiunta che punta a far diventare l’Alto Adige la regione sostenibile più desiderata d’Europa.

Vitalpina Hotels

Si rivolgono in particolare all’escursionista e allo sportivo, che ama svolgere attività fisica e movimento, possibilmente a contatto con la natura, attento all’alimentazione che dev’essere sana, equilibrata e completa, e che non disdegna il relax, preferibilmente a base di ingredienti naturali. È questa la filosofia dei Vitalpina Hotels Alto Adige, 33 strutture a conduzione familiare distribuite nel territorio altoatesino. Tutti gli albergatori sono provetti escursionisti, pronti a guidare gli ospiti in estate e inverno attraverso l’affascinante mondo delle montagne altoatesine. Hotel di alto livello che rispondono a rigidi criteri di selezione e mettono il mondo dell’escursionismo al primo posto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here