Location, design, comfort, experience… aveva le idee chiare Grazia Parisi quando ha deciso di aprire il Parisii Luxury Relais Rome nel cuore della città, a pochi passi da Piazza di Spagna. Eleganza innata, carattere volitivo – un background nel mondo della moda e come modello di stile Giorgio Armani –, Grazia è approdata al settore hospitality nel 2016, in Toscana, quando ha assunto la direzione marketing dell’Hotel Il Castelfalfi, 5 stelle a Montaione (Firenze). Qui ha incontrato l’architetto Massimiliano Morlacci e il giovane artista Marco Victor Romano; ne è nato uno splendido sodalizio umano e professionale che ha dato poi vita al Parisii, inaugurato lo scorso 9 aprile.
Il Parisii Luxury Relais Rome non ha ancora un anno di vita, ma vanta già una clientela affezionata e ripetitiva. La struttura ha riscosso da subito un gran successo, registrando ottime performance in termini di reputation e occupazione media, con punte del 95% nel periodo di alta stagione.

Interior tailor made

Il relais è frutto del sapiente restyling di un appartamento al secondo piano di uno stabile d’epoca in via della Purificazione. Il risultato è un piccolo gioiello della ricettività dall’habitat accogliente e raffinato ma senza ostentazione, perché l’eleganza al Parisii è essenzialità e pulizia delle forme. È un lusso quasi sussurrato in cui in ogni angolo spicca la cura maniacale dei particolari.

Gli spazi – caratterizzati da pareti bianche decorate da eleganti cornici e parquet in legno di quercia invecchiato – sono arricchiti dai colori dei tessuti degli imbottiti, dai dettagli degli arredi e dai cromatismi dei bagni, in cui risaltano le vivaci cementine di inizio Novecento, riemerse durante la ristrutturazione dell’immobile, restaurate e riutilizzate per il pavimento.
Tutto è stato disegnato per l’occasione, i mobili sono stati realizzati su misura da abili artigiani, i tessuti e rivestimenti scelti con cura, uno ad uno. “I corpi illuminanti sono un unicum, sono stati progettati dal mio studio e realizzati ad hoc da Divisual a Firenze” precisa l’architetto Massimiliano Morlacci.

Cinque pezzi unici

Il relais ospita in tutto cinque camere, tutte diverse, ognuna intitolata al colore che ne caratterizza l’interior: Turquoise, Rose, Jaune, Sable, Verte (dai 17,5 ai 26 metri quadri). Ogni stanza è un pezzo unico anche perché contiene una o più opere dell’artista Marco Victor Romano, che contribuiscono a rendere ancor più esclusiva e ricca di suggestioni l’esperienza di soggiorno al Parisii. Inizialmente era prevista una stanza in più, ma è stata sacrificata per ricavare l’area comune – ricevimento, bar e soggiorno -, dove viene servita anche la colazione al mattino.
L’impegno nel voler offrire il top è confermato dalla dotazione delle camere (climatizzazione regolabile, cassaforte, frigobar, free wifi, Tv Led SAT 32 pollici, accappatoio, phon professionale, ciabattine, set cortesia, menu dei cuscini), gestite con un sistema domotico che regola sia gli ingressi che il risparmio energetico. Un occhio di riguardo è stato dedicato anche al comfort dei letti.

Eccellenza made in Italy a colazione

Il servizio breakfast è tra i punti di forza della struttura. Ricca e di alta qualità l’offerta di prodotti, selezionati con grande cura. Come la crema al pistacchio di Bronte (al 65%) e le marmellate artigianali del Podere di Gricciano, piccola fattoria vicino a Cerveteri, da cui l’hotel acquista anche la frutta, di stagione e bio, giusto per citarne alcuni. “Il miele proviene dal convento delle suore di Pordenone. Le torte sono fresche, fatte in casa dall’abile pastry chef libanese Madame Chadia Nasr” precisa Grazia Parisi. I cornetti invece sono sfornati ogni mattina dalla pasticceria D’Andrea, piccolo laboratorio artigianale di Roma.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here