L’accoglienza su misura del Litoraneo Suite Hotel a Rimini

Un albergo sul mare, ma silenzioso. Che si trova in una città meta di moltissimi turisti, ma riesce a rendere unico ogni soggiorno. Situato nel cuore di Marina Centro a Rimini, il Litoraneo Suite Hotel nei mesi delle chiusure forzate ha subito una profonda trasformazione riducendo il numero delle sue camere per garantire agli ospiti un maggiore comfort. Per ottenere questo risultato la proprietà si è avvalsa della collaborazione di Isolcasa, produttore di infissi in Pvc e in alluminio con una struttura industriale e una cura artigianale nella realizzazione dei serramenti.

A guidare le scelte di Patrizio Cangini, il direttore, e Daniela, Manuela, Giulia e Cristina della famiglia Toni, è stata la voglia di differenziarsi per offrire una nuova realtà di ospitalità romagnola capace di far emozionare e vivere un’esperienza diversa ed entusiasmante.

Per esempio le suite tematiche, che permettono di vivere un soggiorno su misura: “Sono senz’altro il nostro primo orgoglio – conferma Patrizio Cangini – un qualcosa di insolito e originale da trovare e da vivere! Intorno a loro ruota poi tutta la nostra filosofia di ospitalità e servizi creati in maniera così “sartoriale” per ogni singolo ospite e le sue esigenze”.

Il progetto ha previsto la riduzione da 120 a 101 camere, che sono state per la maggior parte tematizzate. L’obiettivo era per ogni camera realizzare un mood, un concetto di camera dedicata alle proprie passioni. E, all’ultimo piano, c’è il fiore all’occhiello una vera grande suite unica, lo Studio360, che spalanca le porte dell’orizzonte.

Per ottenere in generale un migliore comfort antirumore e una migliore climatizzazione. “Era doveroso farlo – spiega Cangini – perché l’intervento di grande qualità sull’ambiente dell’hotel, sugli spazi non poteva che essere completato con nuovi infissi prestazionali sia per il risparmio energetico sia per l’acustica. Il risultato è che si dormono sonni tranquilli all’interno delle nostre stanze pur essendo un albergo sul mare. Abbiamo anche sfruttato tutte le opportunità che la legge fornisce e quale momento migliore per approfittarne come imprenditore. Al momento siamo regolarmente aperti e siamo uno dei pochi hotel a Rimini ad esserlo. Non nascondo le difficoltà ma siamo anche contenti di quello che stiamo facendo in un contesto molto difficile”.

Partner per le soluzioni tecniche legate agli infissi è stata Isolcasa, con la sostituzione dei vecchi infissi in alluminio non a taglio termico e dei vecchi controtelai con nuovi controtelai in Pvc e serramenti in Pvc della serie Ekoplus, bianco in massa e dotati di rilevatori magnetici per la migliore gestione dell’aria condizionata. Le guarnizioni sono grigie, e il telaio ha una battuta di 35 mm. La ferramenta utilizzata è Siegenia e sono stati montati doppi vetri con vetri stratificati di sicurezza 33.1 dentro e fuori per avere una certificazione acustica di 40 dB. Le vetrazioni presentano una canalina termica warm-edge in grigio RAL 7040. In totale sono stati posati 36 serramenti scorrevoli Slide per portefinestre larghi da 1382 a 1682 mm x alti 2375 mm, 9 portefinestre a 2 ante con apertura a ribalta, 3 portefinestre con fiancoluce e 7 finestre ad un’anta di diverse dimensioni. Per la suite sull’attico Studio 360 i nuovi serramenti sono uno scorrevole alzante Ultratop largo 3086 mm x 2465 di altezza ed uno scorrevole Ultratop largo 1786 mm x per 2458 mm di altezza.

“Lo scorrevole Ultratop rappresenta  il nostro top di gamma – spiega Quinto Biondi, anima di Isolcasa – e se ne giustifica l’utilizzo in una soluzione davvero unica come lo Studio 360. Lo scorrevole Slide invece è molto richiesto dalle strutture ricettive o per le verande degli esercizi commerciali che danno sul mare e che hanno bisogno di valorizzare gli spazi con una portafinestra scorrevole piuttosto che una a battente”.

“L’intervento – conclude Cangini – è stato seguito da un team di lavoro che parte da noi e dallo Studio di Architettura Matteoni di Riccione, che ha un grande know-how nel settore dell’hospitality. Ci troviamo molto bene coi nuovi serramenti e ne siamo molto soddisfatti. Coi i tempi giusti, perché la pandemia ha bloccato alcune iniziative, contiamo di effettuare trasformazioni e sostituzioni di serramenti anche negli altri hotel del gruppo”.

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here