#IOVIAGGIOINITALIA

Lago Maggiore: riaprono Isola Bella, Isola Madre e Rocca di Angera

Questo 2020 per gli italiani sarà un viaggio alla (ri)scoperta delle nostre bellezze. E sono infinite, non bastano certo pochi mesi… Tra i tanti luoghi meravigliosi da visitare c’è il Lago Maggiore e le sue splendide Isole Borromee.
Da lunedì 18 maggio prende il via definitivamente la stagione 2020 della zona turistica, tra le perle del Verbano-Cusio-Ossola, con la riapertura dei siti museali di Isola Bella, Isola Madre e Rocca di Angera. Dopo Parco Pallavicino, che ha accolto di nuovo i visitatori dallo scorso 4 maggio, ora è il turno delle altre destinazioni di Terre Borromeo.

L’azienda SAG che gestisce i siti di Terre Borromeo è impegnata da diverse settimane a garantire la massima sicurezza del personale e dal 18 maggio dei visitatori, assicurando la migliore esperienza di visita possibile. Agli ospiti consiglia di acquistare prima dell’arrivo il biglietto online per accedere in modo distanziato, ma direttamente, al controllo ingressi dei musei, evitando la biglietteria. Sul sito è possibile organizzare una Borromeo Experience completa selezionando più location ad un prezzo scontato e aggiungere il trasferimento in motoscafo da Stresa.

Inoltre, scaricando ufirst, piattaforma gratuita disponibile via app e web, si prenota virtualmente il proprio posto all’orario desiderato; in prossimità del proprio turno si riceve una notifica e a quel punto sarà possibile recarsi al museo e godere di un accesso preferenziale.

Ai visitatori è richiesto di rispettare rigorosamente le regole dettate dalle disposizioni governative come l’obbligo di indossare la mascherina, il distanziamento di sicurezza, lavarsi frequentemente le mani (sono disponibili dispenser con gel igienizzante lungo i percorsi di visita e nelle toilette). Qui il dettagliato vademecum sulle “best pratices anti covid-19” che bisogna rispettare.

Lago Maggiore experience

Sono svariate le cose da vedere e le novità da scoprire nelle diverse location del circuito Terre Borromeo sul Lago Maggiore. Di seguito un assaggio per organizzare un tour, facendo una selezione, tornando più volte per chi non è troppo distante o meglio ancora fermandosi in loco qualche giorno.

Isola Bella

A 400 anni dalla nascita di Vitaliano VI Borromeo e nell’anno del Barocco Piemontese, l’Isola Bella celebra il suo “creatore” con la mostra “Vitaliano VI. L’invenzione dell’Isola Bella”, a Palazzo Borromeo fino al 1 novembre 2020. Allestiti nel grande salone, ritratti in pittura e in scultura, medaglie e documenti che testimoniano le fasi principali della vita di Vitaliano VI oltre ad alcune opere mai esposte al pubblico. Anche nelle sale del percorso museale si potranno individuare i mobili e i quadri originali che si trovano ancora oggi dove li volle il nobile milanese.

Appassionato collezionista, Vitaliano VI Borromeo creò una vera e propria Wunderkammer di pietre, marmi e alabastri, quadri con paesi e prospettive, cornici decorate con cristalli di rocca, agate e lapislazzuli. Anche il giardino all’italiana, progettato così come appare oggi, è l’espressione del Barocco voluto da Vitaliano VI e contraddistinto da architetture in pietra rivestite a mosaico, statue, fontane che creavano, insieme alle siepi, veri e propri teatri nel verde.

Le novità all’Isola Bella non si esauriscono con la parte culturale. Nell’antico borgo dei pescatori, il Vicolo del Fornello rinnova alcune delle sue vetrine monomarca per una piacevole esperienza di shopping.
Chi desidera trascorrere qualche giorno di vacanza al Lago Maggiore sull’Isola Bella ha l’opportunità di pernottare nei romantici appartamenti Borromeo’s Dream Home, scrupolosamente sanificati prima di ciascun ingresso.

Isola Madre

Sull’Isola Madre le fioriture, le specie esotiche, i profumi e le piante rare creano un’atmosfera idilliaca dove il tempo sembra fermarsi. Accanto alla fontana delle ninfee e alla Cappella di S.Vittore, si trovano la Caffetteria e il bookshop completamente rinnovati. Gli spazi sono stati ampliati con i vecchi locali delle serre, preservando lo stile e i materiali, come il pavimento in cotto completamente recuperato. Anche qui per la prima fase di apertura è possibile usufruire solo del servizio da asporto.

Rocca di Angera

Spostandoci sul versante lombardo del Lago Maggiore, la proprietà della Rocca di Angera rinnova l’appuntamento con l’arte. Nell’ambito del progetto artistico promosso dai Principi Vitaliano e Marina Borromeo, le sale dell’Ala Scaligera ospiteranno fino al 27 settembre 2020 la terza edizione della mostra di arte contemporanea, dal titolo Fantastic Utopias, con opere e installazioni di 15 artisti di fama internazionale, tra i quali Antony Gormley, Michelangelo Pistoletto, Kiki Smith, Ai Weiwei.
Tra le novità della Rocca, i visitatori potranno accedere liberamente fino alla Caffetteria dove sarà possibile acquistare il biglietto di ingresso per poi iniziare il percorso di visita del giardino medievale, del Castello e godere del suggestivo panorama sull’estremità meridionale del Lago Maggiore.

Parco Pallavicino

Nell’oasi naturale del Parco Pallavicino, sul lungolago di Stresa, altra perla del Lago Maggiore, è possibile passeggiare tra i viali alberati e il giardino dei fiori immergendosi tra i colori della natura. A breve sbocceranno le rose in tutte le loro sfumature e da non perdere nei mesi estivi zinnie, impatiens e begonie. 50 specie tra mammiferi e volatili sono il punto forte di questo luogo che ospita anche una fattoria, dove pascolano liberamente daini, caprette, lama, alpaca e pecore.
Restano ancora chiuse per motivi di sicurezza l’area giochi e picnic. Il servizio di caffetteria è disponibile ma solo per asporto.

Parco del Mottarone

Aprirà il 23 maggio la stagione estiva del Parco del Mottarone, meta prediletta di famiglie con bambini, sportivi e amanti delle attività outdoor. A 2 chilometri dal casello della Strada Privata Borromea si concentrano le attrazioni Mottarone Adventure Park, Bar Stazione, e in vetta il ristorante Rifugio Genziana e un chiringuito dove d’inverno partono gli impianti sciistici. Inaugurato lo scorso anno con lo scopo di valorizzare la zona boschiva, il parco avventura è dotato di quattro percorsi con differenti livelli di difficoltà, adatti anche ai più piccoli a partire dai 3 anni. L’ideale per trascorrere una giornata emozionante, in totale sicurezza grazie al sistema di linea vita continua.
Tutti i punti di ristoro saranno aperti temporaneamente solo con il servizio di asporto.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here