L’ospitalità smart dell’Executive Hotel Spa

Leggi anche

Non una semplice ristrutturazione: l’intervento che ha riguardato l’Executive Spa Hotel di Fiorano Modenese è stato mirato a un rinnovamento più profondo per trasformare la struttura storica in un hotel ipercontemporaneo sia per il suo design che per le modalità di uso, accesso e fruizione dello spazio.

Inaugurato nel 1985, quando era il primo hotel a quattro stelle del comprensorio, l’Executive Spa Hotel di Fiorano Modenese oggi ha 64 stanze, di cui 5 suite, progettate dallo studio di Gualtiero Sacchi con un design che richiama gli anni ’50 nelle forme e nei materiali forniti da prestigiosi brand di interior nel panorama italiano, come Rubelli per tessuti e arredi, Florim per le lastre ceramiche in grès porcellanato, Flos per l’illuminazione, KeraKoll per i materiali costruttivi e Technogym per la zona fitness.

Un made in Italy di eccellenza che rispecchia la straordinarietà della zona: siamo nell’area tecnologica della Terra dei Motori, grazie alla presenza di aziende come Ferrari, Maserati e Lamborghini, in quella piena dei profumi e sapori della cucina dell’Emilia Romagna e in quella caratterizzata dalla presenza di numerose aziende di ceramica. L’Executive Hotel Spa vuole parlare emiliano, dando massima voce al territorio e alle sue sfumature, a partire dalla colazione fino all’opportunità di provare l’ebbrezza di un’esperienza a bordo di un’auto leggendaria.

 

Smart in tutti i sensi

La volontà di rinnovarsi con stile è evidente sul piano della sicurezza e delle dinamiche di accesso e prenotazione: grazie a una app mobile c’è la possibilità di effettuare il check-in da casa, in modo da evitare code e assembramenti in reception. Automaticamente abilitato, il telefono diventa la chiave della stanza, in cui si entra avvicinando lo smartphone alla porta. Un unico fit band consentirà inoltre di effettuare l’ingresso a Spa e palestra, controllare le macchine e aprire e chiudere l’armadietto.

Tutti gli ambienti sono dotati di un sistema di filtraggio elettronico dell’aria per il controllo della contaminazione microbiologica aerodispersa, mentre in ogni camera è presente un dispositivo con tecnologia a lampade Uva per la sanificazione automatica. Un lettore per il riconoscimento facciale consente infine l’accesso in hotel solo a chi indossa la mascherina e ha una normale temperatura corporea.

Senza dimenticare l’attenzione all’ecosostenibilità: nelle attività dell’Executive sono usati detergenti e detersivi rigorosamente bio e la ristrutturazione è stata molto attenta alla drastica riduzione dell’impatto ambientale e, di conseguenza, del consumo energetico.

L’identità declinata anche in cucina 

In una zona in cui la gastronomia è uno degli ingredienti della ricettività anche la ristorazione si deve distinguere in maniera importante.

Nel ristorante EXÉ gli chef Paolo Balboni e Francesca Simoni rielaborano la tradizione italiana esaltandone le caratteristiche con una buona dose di fantasia applicata a ingredienti di primissima scelta. Con oltre 400 etichette accuratamente selezionate la cantina consente di scegliere in ogni momento l’abbinamento perfetto con i piatti di un menu ricchissimo e raffinato, in cui meritano una menzione le pizze gourmet: gli impasti utilizzano farine antiche macinate a pietra, mentre gli ingredienti per i condimenti sono scelti con estrema cura, dalle bufale campane alle alici di Cetara, fino alle eccellenze del territorio, come i salumi delle razze di maiale più pregiate.

Alto è invece il rooftop restaurant che occupa il tetto dell’Executive Spa Hotel con il profilo di un innovativo e sofisticato rooftop restaurant. Qui lo chef è Mattia Trabetti e il design è firmato da aziende molto significative del made in Italy, dalle Rubelli a Flos, passando per Sambonet e Richard Ginori.

Per una sosta meno impegnativa c’è il cocktail bar Aria, sul rooftop. La paesaggista Silvia Ghirelli ha disegnato le forme di un rifugio immerso nel verde e circondato da pareti in cristallo; il barman è Dario Allegretti, noto per la creatività dei drink e la conoscenza dei migliori cocktail internazionali.

Il benessere…disponibile per tutti

L’attenzione per il territorio si manifesta anche così: l’hotel consente l’accesso alla palestra e alla Spa non solo ai clienti ma anche agli esterni, che possono usufruire di pacchetti e programmi mirati di allenamento su prenotazione, senza abbonamenti e canoni mensili. Chiunque, in una pausa dal lavoro o in un momento libero da dedicare alla cura del sé, può accedere previa prenotazione ai 400 mq della struttura dedicati al benessere con sauna finlandese, bagno turco, doccia emozionale, cascata di ghiaccio, percorsi sensoriali, aroma e cromoterapia. Inoltrandosi nella grotta di sale rosa dell’Himalaya, si arriva alle 4 sale per massaggi e trattamenti corpo/viso, una Private Spa con idromassaggio, bagno turco, doccia relax e sala per trattamenti di coppia, una stanza del silenzio, con chaise long e selezione di tisane, una sala ristoro per degustazioni private e una sala relax lato piscina.

La palestra, accessibile da massimo tre persone, è aperta fin dal primo mattino ed è equipaggiata con bilancia biometrica e attrezzature Technogym dotate dell’innovativa console Technogym Live su cui scegliere la propria Training Experience, personalizzata da una vasta libreria di contenuti di allenamento on-demand, programmi di intrattenimento e social network.

 

L’ospitalità smart dell’Executive Hotel Spa
- Ultima modifica: 2021-05-18T15:55:49+02:00
da Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

HD – Single Template - Ultima modifica: 2021-09-24T15:19:00+02:00 da webfactory
css.php