Damast: vent’anni d’amore per la doccia al servizio dell’hospitality

La sala da bagno – l’eleganza e la funzionalità con la quale è stata pensata, l’idea di relax e di intimità che è in grado di trasmettere, l’equilibrio tra effetto wow e senso di “casa” che regala fin dal primo impatto – è tra i più importanti fattori che determinano la scelta, da parte dei clienti di tutto il mondo, di un hotel piuttosto che di un altro. La rilevanza dell’ambiente bagno nell’accordare la scelta a un albergo è confermata anche dai più importanti metamotori online, con milioni di commenti degli utenti che proprio sull’area bathroom accendono i riflettori dell’interesse, siano essi viaggiatori leisure che business. E lo sa bene anche Damast, azienda che da vent’anni esatti è specialista della #doccetteria e si è focalizzata nella ideazione, produzione e commercializzazione di articoli per la doccia, con una soluzione per ogni esigenza grazie alle oltre 6.000 combinazioni di prodotto disponibili a catalogo.

Damast per l’ospitalità

Specialista in docce, soffioni, saliscendi, pannelli doccia – Damast ha un focus dedicato proprio sulla ricettività, consapevole che “anche in una camera di hotel, come in una SPA, promuovere il piacere della doccia per l’ospite è più che mai importante”, come spiegano dall’azienda. La proposta di Damast comprende soluzioni concrete per la sala da bagno degli hotel e più in generale di tutte le strutture ricettive che fanno dell’ospitalità il loro valore aggiunto: catene alberghiere, appartamenti, bed & breakfast, residence, resort e centri benessere. “Da sempre ci rivolgiamo al settore dell’ospitalità – spiega l’amministratore delegato di Damast Concetta Mastrolia (nella foto) – per promuovere l’importanza del momento della doccia. Condividiamo con loro l’attenzione per l’ospite e riteniamo che la doccia sia una ‘coccola’ benefica, che consente di iniziare o concludere al meglio la giornata: per questo non va mai sottovalutata”. E ancora: “Far trovare al cliente, all’interno di una camera d’albergo, sistemi e docce performanti, getti pieni ed evoluti, prodotti belli da vedere e soprattutto comodi da usare, consente di soddisfare quel bisogno che tutti abbiamo: sentirci bene, come a casa, anche quando non siamo tra le mura domestiche”.

Design – e comfort – for all

La gamma di Damast trova i suoi punti fermi nel design ricercato, nelle materie prime di qualità e nei dispositivi di alta tecnologia a prezzi realmente accessibili: dalle docce a mano più tradizionali a quelle minimal, fino alle novità filo muro ad ingombro ridotto. Soffioni a parete, a muro e da incasso a soffitto; pannelli doccia – ideali anche per ristrutturazioni – che in un’unica soluzione integrata offrono funzionalità evolute e diverse tipologie di getti; docce da esterno resistenti ed adatte ad ambienti outdoor e un’ampia scelta di accessori, rivolti ad ogni utente senza limite di età e condizione fisica.

Al giusto prezzo e con l’ecosostenibilità come valore di base. “Il mondo della #doccetteria Damast – continua l’AD Concetta Mastrolia – è pensato per coniugare le tendenze sostenibili e green del risparmio idrico con i materiali, le forme e le tendenze più innovative, in grado di garantire l’esperienza della doccia al più vasto pubblico”.
Con un’attenzione al risparmio che non si esaurisce al momento dell’acquisto ma che connota e accompagna il prodotto per tutta la sua esistenza, a partire dalla sua progettazione e dalla scelta di materiali come l’acciaio inox e l’alluminio, fino all’applicazione di tecnologie che permettono una riduzione significativa dei consumi, per un risparmio idrico fino al 40%. Nella stessa logica, Damast pensa a soluzioni di semplificazione e risparmio anche attraverso la progettazione di pannelli e colonne doccia studiati in modo da evitare interventi murari invasivi su pareti e piastrelle. Ulteriore declinazione dell’attenzione dell’azienda al risparmio, di tempo e risorse.

Chronos: tecnologia e coccole

Tra i prodotti che – più di tante parole – sono in grado di raccontare con la loro essenza tutta la filosofia che ispira e muove l’attività dell’azienda novarese, c’è Chronos, pannello doccia che si è spogliato del rubinetto per affidarsi ad uno schermo touch che governa apertura e chiusura dell’acqua, regolazione dei getti e temperatura dell’acqua. Sintesi di modernità, estetica e funzionalità, Chronos è tra le soluzioni più innovative, ecosostenibili e tecnologiche di Damast, oltre che cartina di tornasole dell’impegno a rendere la doccia un momento perfetto.

Realizzato in alluminio in finitura bianco e nero (larghezza 246 mm e altezza 1502 mm), il pannello trova il suo punto di forza nel miscelatore, che ha tolto le vesti tradizionali di meccanico e termostatico per diventare digitale. Attraverso un dispositivo touchscreen e un selettore circolare è possibile scegliere la tipologia di getto e al tempo stesso regolare flusso e temperatura dell’acqua. Tutto comandato dal display Lcd, che nella scocca del pannello presenta una serie di valvole elettromeccaniche che si aprono e chiudono in base alle richieste inviate dal touch. Per funzionare il dispositivo necessita di un punto corrente ma al tempo stesso può ospitare quattro batterie ricaricabili, così da poter comunque continuare a erogare acqua anche in caso di blackout.

Occhio di riguardo come sempre anche alla sostenibilità. Chronos, lo evoca il nome, è dotato di un timer per programmare e monitorare i minuti di durata della doccia: terminato il tempo programmato scatta lo spegnimento automatico.

Chronos, infine, proprio come i suoi apprezzatissimi predecessori di gamma (Crio, Ermes ed Eos), per conformazione e caratteristiche è particolarmente indicato per essere utilizzato in caso di ristrutturazioni, permettendo di evitare interventi murari e andando a coprire, laddove presenti, fori e prese d’acqua preesistenti. Un’attenzione, quella di Damast alla filosofia dell’easy install, che si traduce nello studio di soluzioni semplici e concrete per agevolare il più possibile il lavoro degli installatori e arrivare a un risultato finale che sia ottimale.

Happy Birthday Damast

Vent’anni di passione per la doccia, abitudine uguale per tutti eppure diversa per ciascuno. Damast – nata nel 2000 come “costola” di Vifra e come amorevole acronimo dei nomi dei figli dell’AD Concetta Mastrolia e di Marino Vicari – in questo 2020 fa cifra tonda ed è oggi parte di un polo industriale strutturato in grado di gestire una filiera produttiva ordinata e precisa.

“Noi di Damast – rimarca Concetta Mastrolia – vediamo la doccia come un momento che dedichiamo a noi stessi che porta tranquillità e serenità grazie all’incontro con l’acqua in un ambiente funzionale e gradevole. La #doccetteria è un mondo in cui ci riconosciamo da sempre, un settore diverso dalla rubinetteria: è venuto il momento di sottolineare questo distinguo. Con impegno e passione guardiamo alla capacità di governare l’acqua attraverso prodotti dotati di dignità propria ed oggi sempre più portatori di benessere”.

Oggi sui suoi 25.000 mq di superficie trovano spazio gli stabilimenti dediti a produzione, assemblaggio, controllo qualità; uno show-room espositivo; la palazzina degli uffici, centro nevralgico dell’azienda e del suo Centro Stile interno e due grandi magazzini logistici.

Oltre allo spazio mensa, nella struttura vivono anche una biblioteca ed una sala polivalente che ospita mostre, eventi, installazioni, luogo di incontro tra il mondo della #doccetteria, del design e la grande passione per l’arte che pervade l’azienda.

A collegare i singoli stabilimenti, un “cordone ombelicale” coperto che si snoda e che non solo protegge, ma unisce e simboleggia anche la sinergia tra produzione e know-how, consapevolezza e lungimiranza, tradizione ed innovazione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here