WhatsApp Pay, al via le transazioni di denaro tramite l’app mobile

Dopo averlo sperimentato in India, WhatsApp lancia ufficialmente un nuovo servizio che permette di inviare e ricevere denaro tramite la nota e largamente utilizzata app di messaggistica istantanea creata nel 2009, che da febbraio 2014 è di proprietà del gruppo Facebook.
Il progetto – che punta a trasformare l’applicazione in un vero e proprio strumento di pagamento – prende il via in Brasile, ma l’obiettivo è estenderlo presto a tutti.

Per utilizzare il servizio bisogna collegare l’account WhatsApp alla carta di credito. Per il momento, si potranno utilizzare le carte di credito o debito di Banco do Brasil, Nubank e Sicredi sui circuiti Visa e Mastercard, si legge nel bog dell’app. Per completare la transazione, invece, come misura di sicurezza è previsto l’uso di un codice PIN a sei cifre o dell’impronta digitale.

La scelta di partire dal Brasile con WhatsApp Pay è con probabilità motivata dal fatto che nel Paese sudamericano vi è un ricorso diffuso ai micro pagamenti e che da lungo tempo l’applicazione viene utilizzata come strumento di comunicazione commerciale dalle imprese per proporre i loro prodotti alla clientela.

Dopo il lancio di WhatsApp Business, che consente alle PMI di pubblicare cataloghi all’interno dell’app e agli inserzionisti su Facebook di inserire link ai loro account WhatsApp, con WhatsApp Pay si conferma la volontà di dare sempre di più un’impronta commerciale all’applicazione mobile che vanta oltre 2 miliardi di utenti.

Scambiare denaro ed effettuare acquisti su WhatsApp è gratuito per le persone fisiche,mentre per le aziende è prevista una commissione per l’elaborazione dei pagamenti ricevuti dai propri clienti, in linea con quanto accade per le transazioni con carta di credito.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here