Rubinetterie Stella: Italica, Roma, Eccelsa, tre modi di dire icona

Tre modi di raccontare l’eccellenza italiana. Tre stili per rendere tangibile l’eleganza applicata all’arredo bagno. Tre declinazioni del design che si fanno manifesto del prestigio e del lusso. È questa la carta di identità condivisa da Italica, Roma ed Eccelsa, le tre serie di Rubinetterie Stella entrate ormai a pieno titolo nell’olimpo delle icone, quello riservato a chi – con le sue idee – ha saputo fare scuola a prova di imitazione. Anche a distanza di cento anni.

Italica, la prima icona

A cominciare da Italica, nata ai primi del Novecento e oggi riproposta con tecniche attuali, per prestazioni meccaniche e idrauliche al massimo grado, ma soprattutto una carica evocativa inossidabile, che il tempo non scalfisce. Proposta anche nella variante con leve, la collezione si compone di numerosi modelli, con lo speciale trattamento di lucidatura che rende anche le finiture elemento di eccezionale qualità.

Roma, l’eterna

E poi c’è Roma, che ha recentemente aggiunto due perle al suo collier di successi: il Faloria Mountain Spa Resort, sulle Dolomiti, e il parigino Dokhan’s Hotel. Definita da Michele De Lucchi “l’icona indiscussa nel mondo dei rubinetti”, la serie viene prodotta senza sosta dal 1926 ed è, senza dubbio, il rubinetto per eccellenza. I fattori del suo successo sono la classicità delle forme e la massima affidabilità tecnica, valori sempre rinnovati senza mai tradire progetto e linee originali, perfettamente adeguati alla contemporaneità. Sinonimo di bellezza e funzionalità, vanta la sua presenza all’interno di più di un migliaio di hotel internazionali.

Eccelsa, nel nome del cubismo

Nata nel 1929, in pieno periodo cubista, Eccelsa conserva il fascino ricercato dei suoi primi albori, quando fu concepita come “Serie Esagonale Extralusso”. Caratterizzata da volumi geometrici e sfaccettati, la collezione è in grado di adattarsi anche ai contesti di arredamento contemporanei, grazie al suo aspetto scultoreo e alla dinamicità delle sue forme plastiche. I tratti distintivi sono le maniglie decorate con placchette colorate a lavorazione “guillochè”, realizzate con le tecniche della più raffinata gioielleria, che possono essere arricchite con preziose pietre dure.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here